ALLA GALLERIA POGGIALI DI MILANO I "PAESAGGI ARTIFICIALI" DI GOLDSCHMIED & CHIARI

ALLA GALLERIA POGGIALI DI MILANO I "PAESAGGI ARTIFICIALI" DI GOLDSCHMIED & CHIARI

MILANO\ aise\ - Si è aperta martedì scorso, 15 ottobre, presso la Galleria Poggiali di Milano la mostra "Paesaggi Artificiali // Artificial Landscapes", personale di Goldschmied & Chiari a cura di Gaspare Luigi Marcone, che sarà visibile sino al 18 gennaio 2020.
Dopo la recente mostra Eclisse al Museo Novecento di Firenze e la prima parte del progetto presentato nei due spazi della Galleria Poggiali di Pietrasanta, la ricerca di Goldschmied & Chiari sul concetto dei "Paesaggi Artificiali // Artificial Landscapes" si sposta dunque a Milano per una nuova sezione.
La mostra, che vede esposti lavori inediti e appositamente pensati per gli spazi della projectroom di Foro Buonaparte, spinge l’indagine delle due artiste nel mondo della natura e presenta dei nuovi Untitled Views, lavori di grandi dimensioni su superfici specchianti dalle tonalità verdi-azzurre.
Una tecnica segreta, quasi alchemica, a partire dal 2014, spinge Goldschmied & Chiari alla creazione del ciclo degli Untitled Views. Le artiste all’interno del loro studio sparano fumogeni colorati per catturarne, attraverso la fotografia, le sinfonie dei colori dei fumi che si sprigionano. Selezionate per armonia, cromia e struttura, le immagini vengono poi stampate su vetro e specchio.
La superficie riflettente di questi lavori invade lo spazio in cui sono esposti e coinvolge l’osservatore per renderlo parte attiva delle loro "visioni/vedute" che tra policromia e polisemia si aprono a molteplici interpretazioni e significati. In alcuni casi emerge la superficie specchiante, diretta e luminosa, mentre in altri, cambiando semplicemente il punto di osservazione, diventano simili a pastelli oppure dipinti densi e colorati quasi a evocare le opere di J.M.W. Turner.
All’interno della Galleria Poggiali di Milano così come in tutto il ciclo degli Untitled Views è possibile rintracciare alcuni punti nodali della ricerca delle artiste come, per esempio, il rapporto critico con la storia e la natura o la polarità tra realtà e finzione. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi