APRE AL PUBBLICO LA COLLEZIONE MAGNA GRECIA DEL MANN DI NAPOLI

APRE AL PUBBLICO LA COLLEZIONE MAGNA GRECIA DEL MANN DI NAPOLI

NAPOLI\ aise\ - Dopo quasi venti anni, riapre la collezione Magna Grecia del MANN – Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Dal prossimo 11 luglio il pubblico potrà visitare il nuovo allestimento progettato dall’archeologo Enzo Lippolis, scomparso prematuramente l’anno scorso, a cui è dedicata la prima sala della nuova sezione del Museo.
Si tratta di una delle più antiche e ricche raccolte al mondo di antichità della Magna Grecia, che a partire dalla fine del Settecento – e almeno fino ai primi decenni del Novecento – cominciarono a confluire tramite acquisti e donazioni nell’allora Real Museo Borbonico.
La raccolta conta oltre 400 reperti, preziose testimonianze delle forme di popolamento, delle strutture sociopolitiche, dei sistemi di relazioni tra le comunità e del patrimonio religioso, artistico e culturale dell’Italia meridionale e della Campania in epoca preromana.
Tra i maggiori nuclei espositivi risalta la presenza del materiale votivo da Locri, in particolare quello proveniente dal santuario in contrada Parapezza dedicato a Demetra, che permette di rappresentare in maniera esemplare l’importanza del rituale religioso nell’organizzazione sociale e politica delle società magno greche.
Il progetto di nuova apertura della collezione Magna Grecia è accompagnato da una guida-catalogo, a cura di Paolo Giulierini e Marialucia Giacco, edita da Electa. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi