“FARE CINEMA”: LA SETTIMANA DEL CINEMA ITALIANO IN TURCHIA

“FARE CINEMA”: LA SETTIMANA DEL CINEMA ITALIANO IN TURCHIA

ANKARA\ aise\ - Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con “Fare Cinema”, un’intera settimana dedicata alla promozione della produzione cinematografica italiana di qualità. 100 ambasciatori del cinema in 100 diverse città di tutto il mondo parleranno del cinema italiano attraverso conferenze, incontri con il pubblico, seminari, racconti ed esperienze di un lavoro quotidiano, fatto di passione, creatività e grandi competenze tecniche.
Tra le città coinvolte anche Ankara, Istanbul e Smirne.
Ad Ankara l’Ambasciata d’Italia organizzerà una serie di incontri dedicati alle registe italiane in collaborazione con il XXII Festival Internazionale del Cinema di Donne “Flying Broom”, festival che ha lo scopo di promuovere la produzione cinematografica al femminile di tutto il mondo. Ospite d’onore di questa edizione sarà la regista italiana Michela Occhipinti che, per l’occasione, presenterà il suo ultimo film “Il corpo della sposa (Flesh out)”, in concorso al Festival Flying Broom per il prestigioso riconoscimento FIPRESCI.
Il primo appuntamento si terrà sabato 25 maggio, alle ore 16:30, con la proiezione del film “Il corpo della sposa (Flesh out)” (2019) presso il Cinema Büyülüfener e la partecipazione della regista, Michela Occhipinti, che a seguire incontrerà il pubblico.
Nella giornata di domenica 26 maggio verranno proiettati presso Casa Italia il documentario “Non è amore questo” (2017) di Teresa Sala e i cortometraggi “Tutti a casa” di Geraldine Ottier, “Non mi posso lamentare” di Elisa Billi e Cristiana Mecozzi, e “Apri le labbra” di Eleonora Ivone.
Infine, lunedì 27 maggio alle ore 21:30, verrà proiettato presso il Cinema Büyülüfener il documentario “Normal” (2019) di Adele Tulli.
Ad Istanbul, dal 16 al 24 maggio, presso il Teatro della Casa d’Italia, l’Istituto Italiano di Cultura rende omaggio al regista Vittorio De Sica, a 45 anni dalla sua scomparsa, con una retrospettiva dei suoi titoli più importanti. Padre del neorealismo, regista tra i più amati nella storia del cinema italiano, vincitore di quattro premi Oscar e regista di oltre 30 film, De Sica è un “titano del cinema italiano”. La rassegna proporrà i maggiori capolavori del grande regista e attore italiano: una rara occasione per (ri)vederli sul grande schermo e apprezzare il suo enorme talento.
L’ultimo appuntamento di Fare Cinema ad Istanbul sarà il 10 giugno, con la proiezione, in occasione dei 500 anni dalla scomparsa di Leonardo, di “Essere Leonardo Da Vinci, un’intervista impossibile” alla presenza del regista Massimiliano Finazzer Flory, interprete di Leonardo, che racconterà al pubblico come si è calato nei panni di questo multiforme talento del nostro rinascimento.
Ad Izmir, il 29 maggio, presso il Karaca Sinemas, verrà proiettato il film Accabadora di Enrico Pau, ispirato alle figure archetipali femminili in società arcaiche e contadine. Il film sarà preceduto da una presentazione sul cinema italiano a cura di due esperti di Università locali.
Fare Cinema è un'iniziativa promossa dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione internazionale, in collaborazione con il Ministero per i beni e le attività culturali, con gli attori pubblici e privati del settore cinematografico, in particolare ANICA e Istituto Luce-Cinecittà, e con il supporto della rete diplomatico consolare e degli Istituti italiani di cultura. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi