GIORNO DELLA MEMORIA: L’IIC DI TIRANA PORTA LA RIFLESSIONE IN RADIO

Giorno della Memoria: l’IIC di Tirana porta la riflessione in radio

TIRANA\ aise\ - In occasione del “Giorno della Memoria”, riconosciuto dalle Nazioni Unite dal 1° novembre 2005 e istituito in Italia con la Legge n. 211 del 20 Luglio 2000 per ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), l’Istituto Italiano di Cultura di Tirana e RadioMi organizzano nei giorni del 27 e 28 gennaio un programma a più voci. L’intento è quello di ricordare quanto è stato fatto e si sta facendo in Italia e in Albania affinché simili eventi non possano mai più accadere.
Si alterneranno ai microfoni di RadioMi diversi ospiti per momenti di riflessione che evidenzino quanto sia sempre più importante che anche le giovani generazioni europee conoscano quanto accaduto nel secolo scorso nei nostri paesi e trovino nella consapevolezza della memoria storica l’antidoto alle conseguenze dell'odio e del pregiudizio razziale.
Fra gli ospiti: Elva Margariti, ministro della Cultura, e Noah Gal Gentler, ambasciatore d’Israele in Albania; le storiche Laura Brazzo e Nevila Nika faranno luce sulla storia degli ebrei in Albania sotto il fascismo; Francesco M. Cataluccio della Fondazione GARIWO di Milano racconterà il significato dei Giardini dei Giusti; la prof.ssa MCristina Lovat del Liceo I. Qemali di Tirana rifletterà sul perché sia importante insegnare la memoria nelle scuole; ci sarà poi l’esperienza della messa in scena del “Diario di Anna Frank” con Armela Demaj e Vanesa Guri del Teatro Metropol; mentre Anna Giulia Bonanno, docente d’italiano all’Università Polis, leggerà e commenterà alcuni brani tratti dagli scritti di Primo Levi, Giorgio Bassani, Liliana Segre e Andra e Tatiana Bucci.
Nella Sala Polivalente dell’Istituto Italiano di Cultura di Tirana, inoltre, nelle mattinate e serate dei giorni 26, 27 e 28 – nel più rigoroso rispetto di tutte le misure per la prevenzione alla diffusione del COVID-19 indicate dal Governo Albanese – studenti delle scuole e amici dell’Istituto avranno la possibilità di assistere alla visione di film e documentari sull’argomento. (aise)



Newsletter
Archivi