LEONARDO DA VINCI AL LOUVRE

LEONARDO DA VINCI AL LOUVRE

PARIGI\ aise\ - Semplicemente "Leonardo da Vinci". È stata inaugurata dal ministro francese alla Cultura, Frank Riester, l’attesa mostra che il Museo del Louvre di Parigi dedica al genio del Rinascimento italiano in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte.
"Leonardo è il simbolo dell’amicizia incrollabile tra la Francia e l’Italia", ha confermato in un tweet Riester, che ha poi ringraziato l’Italia per i prestiti e la collaborazione nella realizzazione della mostra.
Alla inaugurazione erano presenti autorità francesi e italiane, fra cui l’ambasciatrice d’Italia a Parigi, Teresa Castaldo. La mostra sarà ora aperta al pubblico a partire dal 24 ottobre e sino al 24 febbraio 2020 in un museo, quello del Louvre, che detiene la più grande collezione al mondo di dipinti di Leonardo, oltre a 22 disegni.
L’esposizione, posta sotto l’alto patronato del presidente francese, Emmanuel Macron, è curata dai responsabili del Louvre Vincent Delieuvin del Dipartimento dei Dipinti e Louis Frank del Dipartimento delle Stampe e dei Disegni.
Il museo parigino ha colto l'occasione delle celebrazioni leonardiane per riunire il maggior numero possibile di dipinti dell'artista intorno alle cinque opere principali delle sue collezioni: La Vergine delle Rocce, Il Ritratto di Dama conosciuta anche come Belle Ferronnière, la Gioconda (che rimarrà nella galleria dove è normalmente allestita), il San Giovanni Battista e Sant'Anna. Attorno ad essi una vasta gamma di disegni, nonché una piccola ma significativa serie di dipinti e sculture della cerchia del maestro.
L’obiettivo finale di questa retrospettiva senza precedenti è illustrare come nella carriera di Leonardo da Vinci la pittura abbia rivestito la massima importanza e come la "scienza della pittura" con cui l’artista indagò il mondo sia stata lo strumento della sua arte, sino a dar vita ai suoi quadri.
La mostra sarà il culmine di oltre dieci anni di lavoro, durante i quali sono stati svolti nuovi esami scientifici sui dipinti del Louvre e sul trattamento di conservazione di tre di essi, consentendo una migliore comprensione della pratica artistica e della tecnica pittorica di Leonardo. Un ulteriore chiarimento attorno alla sua biografia è emerso inoltre attraverso l'esaustivo riesame dei documenti d'archivio.
La mostra dipingerà insomma il ritratto di un uomo e di un artista dalla straordinaria libertà. (r.a.\aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi