“Progetto e materia”: l’Italian Design Day in Corea

SEOUL\ aise\ - I prossimi 21 e 22 luglio Seoul ospiterà la V edizione dell’Italian Design Day, appuntamento oramai imperdibile per chi segue la scena del disegno industriale internazionale e dedicato quest’anno al tema “Progetto e materia: nuove sfide per la ripartenza sostenibile del Made in Italy”.
La giornata, organizzata al livello mondiale, mira a raccontare la conclamata expertise italiana in questo settore, creando connessioni, legami e sinergie con il mondo del design dei singoli Paesi coinvolti.
“Come Ambasciata d’Italia in Corea partiamo avvantaggiati”, si legge in una nota, “essendo questo un Paese particolarmente sensibile ai temi della bellezza, della moda, del “ben fatto” e soprattutto dell’innovazione. È questa infatti la parola chiave del design day di quest’anno: progetti e materiali all’avanguardia che permettano di coniugare la creazione di oggetti di tendenza con le sfide contemporanee, quale quella della sostenibilità e dell’ambiente”.
L’Italian Design Day 2021 avrà un ambasciatore del Design di eccezione, già ben conosciuto in Corea: Giulio Cappellini, che con i suoi design iconici ha scritto la storia del design italiano e mondiale e che oggi è impegnato nella promozione di un disegno industriale longevo con un impatto ambientale ridotto, ma che guardi comunque sempre anche all’estetica.
Nei webinar del 21 e del 22 luglio, l’architetto italiano racconterà il suo impegno in questo campo e sarà aperto ad un confronto in diretta per parlare di queste rilevanti tematiche con importanti esponenti coreani del settore design. Se la prima giornata si incentrerà soprattutto sul lavoro del designer Cappellini, la seconda giornata permetterà un dibattito con designer coreani formatisi in Italia, che racconteranno tutto ciò che può nascere dalla combinazione tra know how italiano e creatività coreana.
Il rafforzamento del rapporto Italia-Corea nel settore del design è d’altronde un fenomeno già in atto come dimostrato dai dati delle importazioni: il settore dell’arredamento è tra quelli che ha visto una delle crescite maggiori in Corea, segnale dell’interesse che qui hanno allo stile e al design italiano.
Dal 2020 alla prima metà del 2021 (gennaio-maggio 2021) le nostre importazioni sono cresciute quasi del 50% (46,5%). L’anno precedente (2020) la crescita era stata dello 0,63%, dato comunque straordinario considerate tutte le difficoltà legate alla pandemia e al rallentamento degli scambi internazionali. L’Italia rappresenta il 3° fornitore assoluto e 1° extra asiatico della Corea del Sud di prodotti di arredamento dopo Cina e Vietnam e precedendo, oltre a Germania e Francia, altri attori con forte tradizione manifatturiera come Indonesia, Malesia e Giappone. Seoul è inoltre uno dei 10 mercati al mondo più vivaci per le importazioni mondiali di arredamento e il secondo in estremo oriente, significando la necessità di mantenere altissima l’attenzione su questo Paese, trend setter di tutta l’Asia sia per il design che per lo stile e l’innovazione anche grazie al notevole soft power culturale di cui dispone.
L’Italian Design Day si svolgerà online per permettere di rispettare a pieno le disposizioni governative coreane legate al contenimento del Covid 19. L’Ambasciata d’Italia a Seoul, l’Istituto Italiano di Cultura e l’Istituto per il Commercio con l’Estero (Italian Trade Agency) si sono in ogni caso adoperati per consentire una partecipazione in diretta del più alto numero di ospiti selezionati possibile, che potranno seguire le due giornate anche sui social ed interagire personalmente con i nostri relatori d’eccezione. (aise)