“The dreamers”: impronta italiana per la 58^ Biennale di Belgrado

BELGRADO\ aise\ - La 58. edizione dell’October Salon | Biennale di Belgrado 2021, uno degli appuntamenti culturali più importanti dell’area balcanica che si terrà da 25 giugno al 22 agosto 2021, sarà dedicata ai “sognatori”, con un progetto a cura degli italiani Ilaria Marotta e Andrea Baccin.
Con la partecipazione di 64 artisti internazionali, “The Dreamers” indaga lo spazio dei sogni come metaforico spazio di libertà, in grado di rileggere categorie, regole e ruoli e le più fondate certezze. Attraverso 160 opere, di cui 70 nuove produzioni, interventi pubblici e lavori site-specific, la mostra definisce il mondo dei sogni come uno spazio atemporale e universale, capace di oltrepassare barriere politiche e culturali, di lingua, di religione, di genere e di espressione.
“In uno slittamento di piani, tempi e di spazi, “The Dreamers” incarna la presenza di mondi diversi che come sogni procedono per libere associazioni e per frammenti, in un rimbalzo di immagini e riferimenti tra dimensione sognata, immaginazione, proiezione onirica, sfera virtuale e realtà esistente”, spiegano i due curatori.
La mostra è ospitata nell’ex edificio militare del Belgrade City Museum, nel parco circostante il Museo della Jugoslavia, con uno Sculpture Garden, nelle gallerie del Cultural Centre of Belgrade – luogo profondamente legato alla vita culturale della città – e al Movie Theatre con un Film Program. Radio Belgrade Channel 2 è la piattaforma del radiodramma diretto da Than Hussein Clark, mentre il lavoro di Alex Da Corte sarà trasmesso ogni giorno sul canale RTS 3 Culture and Art Program durante il periodo della mostra.
Completano “The Dreamers” un programma di talk e performance e interventi site-specific realizzati in luoghi pubblici della città, tra i quali un’installazione permanente di Cyprien Gaillard, che l’artista ha donato alla città.
“The Dreamers” è arricchita dalla sezione “The Dreamers Library”, un archivio ongoing di libri selezionati dagli artisti, e alcune nuove produzioni editoriali realizzate appositamente per l’occasione; inoltre, per celebrare la vibrante scena clubbing di Belgrado, l’LP The Dreamers è prodotto in edizione limitata in collaborazione con lo storico Drugstore Club, e con musicisti locali legati alla sua storia.
Tra gli artisti partecipanti alla biennale si segnalano, fra gli altri, Marija Avramovic e Sam Twidale in coppia e gli italiani Davide Balula, Cecilia Bengolea, Claudia Comte, Alex Da Corte, il collettivo DIS (Lauren Boyle, Solomon Chase, Marco Roso, David Toro), Invernomuto (Simone Bertuzzi e Simone Trabucchi), Nora Turato, e Nico Vascellari. (aise)