XX SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA NEL MONDO: “IL POTERE DEL DISEGNO” IN MOSTRA A RIO DE JANEIRO

XX SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA NEL MONDO: “IL POTERE DEL DISEGNO” IN MOSTRA A RIO DE JANEIRO

RIO DE JANEIRO\ aise\ -Il potere del disegno: la forza evocativa del fumetto e dell’illustrazione tra realtà, distopia e sogno” è la mostra digitale che si è aperta ieri, 19 ottobre, a Rio de Janeiro nell'ambito della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo.
Ideata e promossa dall’Istituto Italiano di Cultura di Rio, in collaborazione con Romics, Festival Internazionale del fumetto, animazione, cinema e games, e con l’Ambasciata di Italia in Brasile e il Consolato Generale di Italia a Porto Alegre nel Rio Grande do Sul, l'esposizione è incentrata sulla forza evocativa del disegno e sul rapporto con la dimensione urbana nelle produzioni dei comics e di graphic novel.
La mostra ben si inquadra all'interno delle celebrazione della XX Settimana della lingua italiana nel mondo che, promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, proseguirà sino al 25 ottobre all'insegna del tema "L'italiano tra parola e immagine: graffiti, illustrazioni, fumetti".
La mostra digitale a Rio de Janeiro proseguirà invece sino al 15 novembre e avrà al centro il tema della rappresentazione della città e della dimensione urbana, di grande interesse in Brasile e oggetto di una intensa stagione di riflessione artistica da parte di molti autori italiani.
“Ci tenevamo molto a che questa mostra fosse realizzata, nonostante lo scenario della pandemia che, direi, ha intensificato la nostra determinazione nel voler portare avanti la nostra missione istituzionale, che è quella di promuovere e diffondere la cultura italiana, in tutte le sue espressioni, in Brasile”, sostiene la direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Rio de Janeiro, Livia Raponi. “La dimensione urbana che è al centro di questa mostra antologica multimediale si inserisce in un dibattito molto vivo in questo periodo nel paese e in particolare a Rio de Janeiro, che, è bene ricordarlo, avrebbe dovuto ospitare quest'anno il XXVII Congresso Mondiale degli Architetti, rimandato all'anno venturo. Siamo molto felici di poter festeggiare un appuntamento così importante come la XX Settimana della Lingua Italiana nel Mondo con questa iniziativa, offrendo al pubblico brasiliano, in lingua portoghese, un'esperienza inedita e partecipativa, che permetterà di addentrarsi nel variegato mondo del fumetto italiano, attraverso autori significativi, e al contempo di interrogarsi sul tema dell'abitare e del convivere nello spazio urbano”.
Filo conduttore della mostra sarà un focus originale ed ampio sugli autori italiani che hanno attraversato il tema della città dei luoghi urbani e delle periferie. La simmetria tra il disegno come potere e il potere del disegno costituisce una chiave interpretativa attraverso la quale emerge il mainstream della cultura urbana nell’epoca della globalizzazione, declinato attraverso la poetica del segno come narrazione. Tra gli autori in mostra e dei quali poter ammirare gli scenari più iconici in un percorso espositivo di 30 tavole: Sergio Gerasi, Paolo Bacilieri, Francesco Cattani, Francesca Ghermandi, Manuele Fior, Roberto Recchioni, Werther Dell’Edera, Alberto Ponticelli, Lorenzo De Felici, Giuseppe Andreozzi, Marino Amodio, Vincenzo del Vecchio e Diavù (David Vecchiato).
Ad accompagnare il percorso espositivo due appuntamenti live: il primo si è tenuto questa mattina attorno al tema “L’universo urbano tra realtà, distopia e sogno e il rapporto tra le icone fumettistiche e la città co-protagonista”, con l'intento di approfondire, grazie al dialogo con Manuele Fior, Francesco Cattani e Giuseppe Camuncoli ed Enrico Fornaroli, l’imprescindibile rapporto con la dimensione urbana. Il secondo appuntamento live della mostra, “La street art e l’illustrazione come lettura e narrazione dell’ambiente urbano”, è in programma giovedì 22 e sarà un'occasione di dialogo sulle contaminazioni e prospettive nei luoghi dell’immaginario e nei luoghi fisici delle nostre città. Interverranno lo street artist Diaviù – David Vecchiato, che, attraverso i suoi lavori amplia e moltiplica i contenuti della città e Marino Amodio e Vincenzo del Vecchio, che nei loro libri illustrati rovesciano i punti di vista ed aprono originali possibilità della realtà urbana.
La mostra è fruibile gratuitamente dal sito romics.it e dai siti delle sedi culturali e diplomatiche coinvolte.
Romics ha ideato i percorsi espositivi, altamente interattivi, sotto forma di virtual experience, consentendo al pubblico di fruire le mostre da remoto, coinvolgendo attivamente gli appassionati e gli operatori del settore attraverso contenuti multimediali e webinar di approfondimento in programma sino al 15 novembre 2020. (aise)


Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli