“Concerning Dante – Autonomous Cell“: il progetto espositivo di Jacopo Valentini all’IIC di Addis Abeba

ADDIS ABEBA\ aise\ - Dopo il libro, anche il progetto espositivo “Concerning Dante – Autonomous Cell“ di Jacopo Valentini approda a Addis Abeba, nei locali dell’Istituto Italiano di Cultura.
Il progetto è risultato vincitore dell’avviso pubblico Cantica21. Italian Contemporary Art Everywhere – Sezione Under 35, promosso dalla Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura con l’obiettivo di valorizzare l’arte contemporanea italiana, sostenendo la produzione di opere di artisti emergenti e già affermati.
La portata culturale della Commedia di Dante nei secoli ha travalicato una sfera prettamente letteraria arrivando a influenzare vari aspetti della società, anche grazie a una vasta tradizione di trasposizioni visive. “Concerning Dante – Autonomous Cell” è un meta-progetto sul rapporto tra testo letterario e paesaggio, e sulla forza evocativa della Divina Commedia che ha modellato la percezione dei luoghi fino a connotarli come “danteschi”. Jacopo Valentini ha indagato una serie di luoghi del Belpaese citati dal Sommo Poeta e, mettendoli in relazione con altri paesaggi e nature morte dotate del medesimo climax visivo, ha creato le analogie per una geografia dantesca. La narrazione visiva costruita da Valentini si snoda attorno a tre luoghi simbolici e a tre celebri illustrazioni del testo dantesco, intrecciando i Campi Flegrei, la Pietra di Bismantova e il Delta del Po – interpretati come i varchi che conducono all’Inferno, Purgatorio e Paradiso – alle figurazioni di Federico Zuccari, Alberto Martini e Robert Rauschenberg.
Il progetto “Concerning Dante - Autonomous Cell” è corredato da un’iniziativa editoriale di Humboldt Books (Milano), casa editrice specializzata in narrazione ed esperienze di viaggio che dà vita a progetti interdisciplinari incrociando geografia, letteratura e arte. L’omonimo volume presenta il lavoro fotografico nella sua interezza ed è accompagnato da testi in italiano e inglese dello storico della letteratura Claudio Giunta e del curatore Carlo Sala.
Organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Addis Ababa e da Humboldt Books Milano, in collaborazione con MAECI, MiC e Ambasciata d’Italia, la mostra, che si è aperta a fine ottobre, rimarrà aperta al pubblico per cinque mesi e si concluderà il 25 marzo 2023, in occasione della Giornata Nazionale di Dante Alighieri, il Dantedì. (aise)