In Tanzania omaggio a Dante con le traduzioni della Divina Commedia sulla stampa locale

DAR ES SALAAM\ aise\ - Oltre tre milioni di persone in Tanzania sono state raggiunte da una campagna stampa su Dante Alighieri, Padre della Lingua Italiana, organizzata dall’Ambasciata d’Italia a Dar es Salaam. Un’iniziativa svolta sui principali quotidiani locali, in collaborazione con l’Ambasciata di Svizzera in Tanzania, nell’ambito della Settimana della Lingua Italiana. Attraverso l’utilizzo di codici QR sono state messe a disposizione del gran numero di lettori le versioni in inglese e in kiswaili della “Divina Commedia”.
Sempre in occasione delle celebrazioni sul Sommo Poeta, l’ambasciatore Marco Lombardi ha ospitato in Residenza, lo scorso 22 ottobre, gli Stati Generali della Lingua italiana, un incontro svolto in modalità ibrida che ha riunito tutti gli attori interessati all'insegnamento della lingua italiana nel Paese africano. Tra i partecipanti, il vice segretario generale della Società Dante Alighieri, Andrea Vincenzoni, e Neema Nyerere, nipote del Padre della Patria, Julius Nyerere.
Nel corso di questo incontro sono state assunte alcune decisioni. Fra queste, l’assistenza degli operatori del turismo locali (in particolare le guide dei safari, di base a Arusha, e le guide turistiche a Zanzibar e sulla costa di Dar es Salaam) che, grazie agli importanti flussi turistici dall'Italia e quindi a fini economici, sono molto interessati ad apprendere la nostra lingua; la creazione di gruppi ad hoc, presso scuole internazionali di Arusha, Dar es Salaam e Zanzibar, in modo che i figli dei Connazionali, residenti in Tanzania, possano essere maggiormente seguiti nell'apprendimento della lingua italiana. Inoltre, si sta valutando l’ipotesi di avviare una collaborazione con Radio Maria per diffondere la lingua italiana presso il grande pubblico. In Tanzania, la radio è lo strumento di comunicazione mediatica più diffuso e Radio Maria è la radio più ascoltata tanto che riesce ad essere ascoltata nelle zone più remote del Paese.
Sempre per poter raggiungere il maggior numero di persone possibili, si sta lavorando ad un format di insegnamento della lingua italiana attraverso una modalità di intrattenimento. Infine, i partecipanti all’incontro sono stati d’accordo sull’istituzione in Tanzania di un’associazione “Dante Alighieri“. (aise)