“Lockdown memory”: la compagnia Instabili Vaganti in tournée in Svezia

STOCCOLMA\ aise\ - Nell’ambito del nuovo progetto internazionale di ricerca Beyond Borders, la compagnia Instabili Vaganti presenta in Svezia la nuovissima produzione “Lockdown memory” con una tournée che toccherà cinque piazze diverse nel sud del Paese: Goteborg, Halmstad, Falkenberg, Kungälv e Atran. Il tour, che prevede 7 repliche dello spettacolo, è organizzato in collaborazione con Teater Albatross / Tokalynga Teater Akademi, con il sostegno e la collaborazione dell’Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma e di ATER Fondazione.
Lockdown memory è una conferenza-spettacolo che rientra a pieno nella categoria del teatro della realtà, capace di far dialogare i nuovi linguaggi multimediali con quelli della scena, in grado di raccontare la complessità di un progetto innovativo quale Beyond Borders, in cui teatro, video arte e film documentario si intrecciano attraverso una collaborazione a distanza con artisti da tutto il mondo. Appunti testuali, note visive, partiture fisiche e musicali, conversazioni in zoom e scene di vita quotidiana degli artisti coinvolti sono i frammenti drammaturgici in divenire che rimbalzano nelle pareti di una stanza asettica in cerca di un unico spiraglio, quella finestra virtuale aperta su un mondo, che ha dovuto marcare i propri confini, a causa delle misure imposte dal contenimento della pandemia. Dalle proprie scrivanie gli attori in scena curano anche la regia video, rivivendo i diversi momenti e le situazioni createsi durante il lockdown, tra Iper connessione e isolamento, dando voce alla delicata situazione sociale dei paesi degli artisti coinvolti: dalle proteste del movimento Black lives matter negli Stati Uniti alla rivolta sociale in Cile, dall’esodo di massa dalle megalopoli indiane al ritorno alla normalità, dopo la tragedia, nella città di Wuhan.
Instabili Vaganti si caratterizza per la ricerca e la sperimentazione nel teatro fisico e le arti performative contemporanee. Ha presentato le sue produzioni e progetti in Europa, Medio Oriente, Nord Africa, Asia, America Latina, traducendo le proprie opere in tre lingue e collezionando numerosi premi nazionali e internazionali. La compagnia ha rappresentato il teatro italiano in iniziative d’importanza mondiale tra cui le Olimpiadi del teatro in India e l’anno dell’Italia in America Latina.
La tournée si aprirà il 25 ottobre, alle ore 20.00, presso lo Sturegymnasiet di Halmstad, dove sarà in replica anche l’indomani, 26 ottobre, al Dramalogen. Il 27 ottobre tappa al Kajskjul 46 di Goteborg, il 28 ottobre al Nordiska folkhögskolan di Kungälv, il 29 ottobre a Falkenberg, per concludere la tournée ad Atran dove lo spettacolo sarà in scena il 30 e 31 ottobre al Tokalynga Teater Akademi. (aise)