ASSESTAMENTO DI BILANCIO IN SENATO/ IL PARERE DELLA COMMISSIONE ESTERI: RIPRISTINARE I FONDI PER LINGUA E CULTURA

ASSESTAMENTO DI BILANCIO IN SENATO/ IL PARERE DELLA COMMISSIONE ESTERI: RIPRISTINARE I FONDI PER LINGUA E CULTURA

ROMA\ aise\ - Terminato l’esame del ddl di assestamento di bilancio, nella parte di competenza, la Commissione Affari Esteri del Senato ha approvato il parere per la Commissione Bilancio sottolineando, nelle osservazioni, l’opportunità di “prevedere il recupero e l'incremento dei fondi, originariamente disponibili, a favore del Programma "Promozione della cultura e della lingua italiana all'estero", essenziali al pari degli interventi economici, quale elemento qualificante della politica estera del nostro Paese”.
Il testo del parere approvato.
“La 3a Commissione, Affari esteri, emigrazione, esaminato il disegno di legge in titolo,
evidenziato che, rispetto alle previsioni iniziali, il disegno di legge di assestamento reca talune modifiche dovute in parte all’adozione, nei primi mesi del 2020, di atti amministrativi che hanno già comportato variazioni di bilancio, e per il resto alle variazioni proposte dallo stesso disegno di legge;
preso atto che le previsioni per il 2020 risultano assestate a 3.501,937 milioni di euro in termini di competenza;
preso altresì atto che i residui si assestano a 392,247 milioni di euro, con un incremento di 234,21 milioni di euro ascrivibile in larga parte alla Missione 16, Commercio internazionale ed internazionalizzazione del sistema produttivo - Programma 16.5, "Sostegno all'internazionalizzazione delle imprese e promozione del made in Italy", aggiunta allo stato di previsione a seguito dell'attribuzione al Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale di importanti competenze in precedenza di pertinenza del Ministero dello sviluppo economico;
evidenziato che per effetto delle citate variazioni, la massa spendibile, che nelle previsioni di bilancio era pari a 2.991,119 milioni di euro, risulta, in seguito alle proposte di assestamento, pari a 3.894,184 milioni di euro,
esprime, per quanto di competenza, parere favorevole con le seguenti osservazioni:
- si preveda il recupero e l'incremento dei fondi, originariamente disponibili, a favore del Programma "Promozione della cultura e della lingua italiana all'estero", essenziali al pari degli interventi economici, quale elemento qualificante della politica estera del nostro Paese;
- si esprime altresì un forte auspicio affinché vengano incrementati i fondi della cooperazione allo sviluppo anche in vista del prossimo esame della manovra di bilancio”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi