GIORNATA ITALIANI NEL MONDO: LEGA E FORZA ITALIA CONTRARI AL TRASFERIMENTO IN SEDE LEGISLATIVA

GIORNATA ITALIANI NEL MONDO: LEGA E FORZA ITALIA CONTRARI AL TRASFERIMENTO IN SEDE LEGISLATIVA

ROMA\ aise\ - Nella seduta di ieri, la Commissione Affari Esteri della Camera, alla presenza del vice ministro Marina Sereni, ha proseguito l’esame della proposta di legge sulla istituzione della Giornata nazionale degli italiani nel mondo.
Come confermato dalla presidente Grande, sulla proposta di legge La Marca - adottata come testo base - sono stati acquisiti i pareri favorevoli delle Commissioni Affari costituzionali, Cultura e Attività produttive, mentre la Commissione Bilancio ha espresso parere favorevole con una condizione, volta a garantire il rispetto dell'articolo 81 della Costituzione che al terzo comma recita: “Ogni legge che importi nuovi o maggiori oneri provvede ai mezzi per farvi fronte”.
Per questo la relatrice, onorevole Schirò (Pd), ha presentato un emendamento che recepisce questa condizione – “Al comma 1 sostituire le parole: “sono” con le seguenti: “possono essere”.
Conseguentemente all'articolo 3, sostituire il comma 1 con il seguente: “1. All'attuazione della presente legge si provvede nell'ambito delle risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente e, comunque, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica” – approvato – con il parere favorevole di Sereni – dalla Commissione.
Grande ha quindi ricordato che la relatrice, nella seduta di avvio dell'esame del provvedimento, il 22 ottobre 2019, aveva proposto, “solo sussistendo il medesimo ampio consenso registrato nella precedente legislatura, il trasferimento del provvedimento alla sede legislativa nell'intento di pervenire ad una rapida approvazione definitiva”. Nella stessa seduta, ha ricordato ancora la presidente della Commissione, “le colleghe Siragusa e La Marca, a nome dei rispettivi gruppi”, cioè M5S e Pd, “avevano preannunciato l'assenso in tale direzione”. Grande ha quindi chiesto ai deputati degli altri partiti di esprimersi sulla richiesta di trasferimento del provvedimento alla sede legislativa, una misura che accelererebbe l’iter del provvedimento.
Paolo Formentini per la Lega e Andrea Orsini per Forza Italia, però, hanno manifestato a nome del loro gruppo “l'orientamento contrario alla proposta di trasferimento alla sede legislativa”.
L’esame del testo proseguirà in altra seduta. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi