La manovra alla Camera/ Aiuti quater e accordi Italia – Svizzera in Senato

ROMA\ aise\ - Dopo le prime settimane alle prese con gli adempimenti regolamentari, i lavori delle nuove Commissioni di Camera e Senato entrano nel vivo.
A Montecitorio, con l’Aula impegnata nell’esame delle mozioni sul conflitto tra Russia Ucraina, il salario minimo, il MES e in quello della proposta di modificazione al Regolamento per adeguarlo alla riduzione del numero dei deputati, si attende il testo della manovra finanziaria che quest’anno inizierà l’iter da Montecitorio. Come di consueto sarà assegnata alla Commissione Bilancio, mentre le altre dovranno fornire i prescritti pareri per le parti di competenza.
Nel frattempo, la Commissione Affari Costituzionali svolgerà audizioni in tema di servizi pubblici locali, mentre i colleghi degli Esteri avvieranno la discussione di una risoluzione sulla situazione dei diritti umani in Iran.
La Commissione Cultura ascolterà il Sottosegretario all’editoria, Alberto Barachini, chiamato a riferire sulle linee programmatiche dell’attività di Governo nel settore; con i colleghi del Senato, poi, i deputati ascolteranno i Ministri dell’istruzione e del merito, Giuseppe Valditara e della cultura, Gennaro Sangiuliano, che presenteranno le linee programmatiche dei rispettivi Dicasteri.
Altri Ministri saranno sentiti in via programmatica presso le commissioni competenti: Ambiente e Trasporti ospiteranno il Ministro dei trasporti, Matteo Salvini; Ambiente e Attività produttive il Ministro dell’ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin.
In Senato, con l’Aula chiamata a discutere il ddl sul potenziamento della Nato, la Commissione Affari Costituzionali ha in agenda alcune audizioni sul riordino della disciplina dei servizi pubblici locali di rilevanza economica.
Le Commissioni Esteri - Difesa con Finanze e tesoro avvieranno l'esame del ddl di ratifica “Accordi Italia-Svizzera lavoratori frontalieri e doppie imposizioni” approvato la scorsa settimana dal Consiglio dei Ministri. L'Accordo che si sottopone all'iter parlamentare di ratifica, tenuto conto dell'attuale contesto economico e di mobilità tra l'Italia e la Svizzera, definisce il quadro giuridico volto a eliminare le doppie imposizioni sui salari, gli stipendi e le altre remunerazioni analoghe ricevuti dai lavoratori frontalieri. A differenza del precedente accordo del 1974, che regola unicamente il trattamento dei lavoratori frontalieri italiani che lavorano in Svizzera, questo disciplina anche il trattamento dei frontalieri svizzeri che lavorano in Italia.
In Commissione Bilancio prosegue l’iter di conversione dell’Aiuti quater - decreto-legge n. 176/2022 in tema di sostegno al settore energetico e di finanza pubblica.
Oltre alle audizioni in Commissione Cultura dei Ministri Valditara e Sangiuliano, la Commissione Industria, Commercio e Turismo insieme ai colleghi della Camera ha in agenda le comunicazioni sia del Ministro del turismo, Daniela Santanchè, che del Ministro dell'agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste, Francesco Lollobrigida. (aise)