“DIECI DRITTE PER ESSERE VIAGGIATORE”: PUBBLICATO IL LIBRO DI DAVIDE BERRUTI

“DIECI DRITTE PER ESSERE VIAGGIATORE”: PUBBLICATO IL LIBRO DI DAVIDE BERRUTI

ROMA\ aise\ - Se avete fatto un viaggio, dovrete ammettere che avete provato una sensazione duplice. Limite e libertà, conferma e cambiamento, partenza e ritorno. Perché il viaggio è questo, è partire per tornare, superare il limite per conoscerne uno nuovo, crescere e tornare alle radici. Per farlo, non c’è una modalità unica. Ogni viaggiatore e viaggiatrice crea un’esperienza a sé, un modo di vivere la vita, dunque di viaggiare, che della vita è parafrasi e metafora. Una cosa però ci accomuna tutti: le emozioni. Rabbia, gioia, paura, allegria, entusiasmo, speranza, fastidio, curiosità… ovvero i contenuti della valigia di ogni viaggiatore, di ogni epoca e luogo. Da Ulisse a Marco Polo, da Goethe a Terzani. Diverse motivazioni, modalità, esperienze. Ma stesse emozioni. Allora possiamo dire che un viaggio (anche stando fermi) è quando proviamo a provare emozioni. Di questo tratta il libro “Dieci dritte per essere viaggiatore”, di Davide Berruti.
L'autore, nato a Cagliari nel 1969, è laureato in Lingua e Letteratura Araba presso l’Università Orientale di Napoli. Esperto di peacebuilding e trasformazione nonviolenta dei conflitti, è stato coordinatore nazionale dell’Associazione per la Pace dal 1999 al 2005. Come formatore ha collaborato con numerosi Master universitari e corsi di formazione professionale in tutta Italia per la preparazione del personale impiegato in missioni internazionali. Dal 2011 al 2016 è stato capo missione per Intersos in Sud Sudan, Giordania, Repubblica Centrafricana e Camerun. Attualmente lavora come coordinatore della formazione e dello sviluppo del personale per Intersos. Ha pubblicato, con Infinito edizioni, La chiamavano guerra (2012) e l’e-book Il virus della democrazia (2020). (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli