Brasile: l’Ambasciatore Azzarello inaugura la mostra su Dante al Congresso

BRASILIA\ aise\ - I Presidenti di Senato e Camera brasiliani, rispettivamente Rodrigo Pacheco e Arthur Lira, hanno inaugurato presso il Congresso della capitale del Brasile, assieme all’Ambasciatore d’Italia, Francesco Azzarello, la mostra “Dante 700 anni: gli occhi di Beatrice”, curata dal Presidente dell'Accademia Brasiliana delle Lettere, Marco Lucchesi.
“È doveroso celebrare Dante. Siamo molto grati all’Ambasciata d’Italia per questo” ha dichiarato nel suo discorso il Presidente Pacheco. Parole cui ha fatto eco il Presidente Lira, per il quale “la scelta di omaggiare Dante, simbolo della lingua italiana nel mondo, e la Divina Commedia, sua opera monumentale, restituiscono la grandiosità del loro contributo nella nostra comprensione del mondo e del pensiero medievale”.
L’Ambasciatore Azzarello ha donato alla biblioteca del Congresso, a nome del Governo italiano, una preziosa riproduzione della Divina Commedia. Ha vivamente ringraziato Pacheco e Lira per l’ospitalità di un evento “storico” della cooperazione bilaterale, nel tempio della democrazia brasiliana, e si è vivamente congratulato con il Deputato Enrico Misasi, senza il cui interessamento, sin dalla fase progettuale, la mostra non sarebbe stata possibile. Ha anche ringraziato il Collegio Dante Alighieri di San Paolo, il Gruppo Comolatti, Enel, Leonardo e Tim, insieme alla Ferrero, per l’indispensabile supporto di squadra.
Marco Lucchesi, dal canto suo, subito dopo il taglio del nastro inaugurale, ha guidato i Presidenti di Camera e Senato lungo il percorso della mostra, un labirinto attraverso i gironi dell’inferno, purgatorio e paradiso.
La mostra sarà aperta al pubblico, previo appuntamento, tutti i lunedì, giovedì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00, sino al 17 dicembre (telefonando ai numeri +55(61)3216-1770/1771/1772). (aise)