FEDERICO BONIFAZI TRA I PROTAGONISTI DEL “WORLD MUSIC DAYS” A TALLINN

FEDERICO BONIFAZI TRA I PROTAGONISTI DEL “WORLD MUSIC DAYS” A TALLINN

TALLINN\ aise\ - Il pianista e compositore jazz Federico Bonifazi sarà tra i protagonisti del “World Music Days”, il festival di musica contemporanea organizzato dalla International Society for Contemporary Music che si apre oggi, 2 maggio, a Tallinn in Estonia e proseguirà sino al 10 maggio.
Il festival, nel quale vengono presentate le ultime novità musicali del 2019, ospita ogni anno centinaia di musicisti professionisti provenienti da tutta Europa. In programma progetti di natura interdisciplinare come l'arte contemporanea, la danza, il teatro, le discipline visive e l’esibizione sia di gruppi sia di solisti con suoni che spaziano dall’acustica all’elettronica.
Il 3 maggio, il pianista umbro sarà impegnato in una serie di concerti in diverse sedi della città al fianco di musicisti provenienti da tutta Europa.
Il 4 maggio, in occasione della serata “Spectres of Jazz”, Bonifazi sarà protagonista della prima assoluta estone di “Reflections for ensemble”, al fianco di Villu Veski (saxophone, electronics), Laura Põldvere (vocals), Kristian Blak (piano), Arnold Ludvig (bass), Ain Agan (guitar) e Toomas Rull (drums). Sempre il 4 maggio alle 21.30 Bonifazi si esibirà in “Piano solo” al fianco della scrittrice e poeta estone Maarja Kangro per un viaggio tra musica poesia e improvvisazione.
Il 5 maggio infine Bonifazi presenterà in anteprima assoluta alcuni brani del suo nuovo lavoro discografico “Advancing”. Un nuovo progetto per piano solo: una “connessione” che richiama i suoni classici del primo Novecento fino ad arrivare a sei preludi scritti dal pianista umbro. In “Advancing”, Bonifazi propone una visione artistica innovativa, in cui la musica rappresenta l’arte dell’organizzazione dei suoni, dei rumori, dei silenzi che possono mutare nel corso del tempo.
Federico Bonifazi è considerato uno dei nuovi talenti della scena musicale italiana degli ultimi anni. Nato a Terni e trasferitosi successivamente a Parigi, si è distinto anche grazie a importanti riconoscimenti in alcuni concorsi italiani classificandosi al secondo posto al Premio” Incroci sonori 2007” e come finalista al "Premio Nazionale Chicco Bettinardi e al "Premio Carrarese Padova Porsche Festival" sia con il suo quartetto sia come sideman.
Nel 2011 e 2012 la prestigiosa rivista Musica Jazz lo cita come uno dei pianisti emergenti più interessanti a livello nazionale. Dopo gli studi classici svolti in Umbria, si è diplomato nel 2007 a Parigi nella American School of Modern Music (Filiale della Berklee College of Music di Boston) in pianoforte Jazz, composizione ed arrangiamento. In seguito, consegue la laurea di I e II livello presso il Conservatorio G. Verdi di Torino con F. Di Castri, Giampaolo Casati e Dado Moroni.
Nella sua produzione discografica troviamo “74th Street" registrato a New York nel 2014 in quartetto con Philip Harper (tr), John Webber (cb), Billy Kaye (dr) uscito nel 2017 con la “SteepleChase Production”. Nel marzo 2015 ha registrato presso lo studio “Tedesco” di New York (New Jersey), il CD “You’ll See” con Jimmy Cobb (dr), John Webber (cb) ed Eric Alexander (sax t), uscito a maggio 2016 con l’etichetta danese “SteepleChase Production” che ha ottenuto eccellenti riscontri di pubblico e critica sia in Italia sia all’estero. È del 2019 invece Il suo ultimo lavoro discografico “Autumn Colors Suite”prodotto sempre dalla SteepleChase Production e che vede la partecipazione di grandi nomi del panorama jazz nazionale: Giampaolo Casati (tromba), Gianluca Petrella (trombone), Emanuele Cisi (sax tenore), Gabriele Evangelista (contrabbasso), Alfred Kramer (batteria). (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi