INAUGURATA IN AMBASCIATA A TEHERAN LA TERZA EDIZIONE DI "URBAN ART UNITES"

INAUGURATA IN AMBASCIATA A TEHERAN LA TERZA EDIZIONE DI "URBAN ART UNITES"

TEHERAN\ aise\ - È stata inaugurata ieri, 30 gennaio, presso la Residenza dell’ambasciatore d’Italia a Teheran la terza edizione del progetto artistico "Urban Art Unites": protagonisti l’italiano Ricky Boy e l’iraniano NirOne.
Nel corso dell’apertura dell’evento, è stata presentata anche un’opera realizzata dall’artista iraniano Hoshvar in ricordo di Kobe Bryant. Autore di numerosi murales a Teheran, Hoshvar ha voluto così esprimere la grande emozione suscitata nella Repubblica Islamica dalla tragica e prematura scomparsa del campione americano, considerato anche in Iran un idolo dentro e fuori dal campo di gioco.
"Urban Art Unites" è il programma lanciato dall’Ambasciata italiana in Iran lo scorso settembre con l’obiettivo di esporre a scadenza regolare opere di artisti italiani ed iraniani sul muro esterno della residenza dell’Ambasciatore. La terza edizione ha visto protagonisti due giovanissimi artisti che hanno presentato i due murales realizzati per l’occasione dinanzi a una folta platea di invitati. Si tratta del milanese Ricky Boy e dell’iraniano NirOne, che hanno lavorato fianco a fianco a Teheran per due settimane, confrontandosi e scambiando idee, ispirazioni e tecniche pittoriche.
In occasione dell’evento inaugurale, l’ambasciatore Giuseppe Perrone ha dichiarato che "Urban Art Unites" vuole essere "un contenitore all’interno del quale artisti iraniani e italiani possano stabilire contatti diretti da cui far scaturire nuove idee e ispirazioni creative che possano contribuire all’ulteriore rafforzamento dei legami culturali tra Italia e Iran particolarmente in un settore d’avanguardia come la Urban Art". (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi