La Dante al Premio Strega: cerimonia a Palazzo Firenze

ROMA\ aise\ - Sarà una cerimonia allargata quella di martedì 5 luglio, alle ore 15, in Palazzo Firenze a Roma per la premiazione di Alessandra Carati, la più votata dai Presidi Letterari della Dante tra i libri in lizza per il Premio Strega.
Ad assistere all’incontro tra il segretario generale della dante, Alessandro Masi, e l’autrice di “E poi saremo salvi” (Mondadori) ci saranno in videoconferenza i rappresentanti dei gruppi di lettura che hanno scelto di destinare a Carati il voto collettivo della Dante in sede di finale del Premio Strega, che si terrà a Roma il 7 luglio al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. Lettrici e lettori dei 204 complessivi da tutto il mondo potranno così interagire con l’autrice ed esprimere in prima persona le ragioni del loro voto, lasciando spazio a eventuali curiosità.
L’appuntamento è solo il primo di una serie che vedrà i tre autori più votati far visita ad alcuni dei Presidi Letterari che hanno partecipato alla selezione. Dopo Carati la scelta dei circoli di lettura si è orientata su Claudio Piersanti con “Quel maledetto Vronskij” (Rizzoli) e Alessandro Bertante con “Mordi e fuggi. Il romanzo delle BR” (Baldini + Castoldi).
La distribuzione delle preferenze nei circoli di lettura della Dante è stata netta: 241 preferenze sono infatti andate a questi tre titoli che hanno rispettivamente totalizzato 105, 69 e 67 voti.
Sono stati 204 i soci-lettori dei Presidi letterari chiamati a votare: Benevento e poi Amman (Giordania), Bucarest (Romania), Chambéry (Francia), Città del Messico (Messico), Gent (Belgio), Granada (Spagna), Graz (Austria), Città del Guatemala (Guatemala), La Plata (Argentina), Liegi (Belgio), Città del Lussemburgo (Lussemburgo), Mar del Plata (Argentina), Mendoza (Argentina), Minneapolis (Stati Uniti d’America), Morón (Argentina), Ottawa (Canada), Rafaela (Argentina), Rosario (Argentina), San Isidro (Argentina), Skopje (Repubblica di Macedonia), Sydney (Australia), Tripoli (Libano), Tunisi (Tunisia), Vancouver (Canada), Verviers (Belgio) e Zagabria (Croazia). (aise)