L'ERMITAGE PER L'ITALIA: "VENEZIA NELLA VENEZIA DEL NORD. CANALETTO, MARIESCHI E GUARDI"

L

SAN PIETROBURGO\ aise\ - Dopo lo straordinario successo della prima diretta in italiano trasmessa il 26 marzo scorso da San Pietroburgo, secondo appuntamento con il Museo Ermitage a sostegno dell'Italia in questo difficile momento, per raccontare la grande arte del nostro Paese custodita nel museo russo. Domani, giovedì 2 aprile, alle 18.00 ora italiana, sul canale YouTube del museo la puntata sarà dedicata a "Venezia nella Venezia del nord. Canaletto, Marieschi e Guardi".
I massimi protagonisti del vedutismo, il famoso genere pittorico del paesaggio urbano fiorito a Venezia nel Settecento, sono straordinariamente rappresentati nelle collezioni del museo di San Pietroburgo.
Canaletto, Guardi, Bellotto, Marieschi e Carlevarjis raffigurano nelle loro tele, nel corso del XVIII secolo, palazzi e chiese, calli e canali della Serenissima, città tra le più amate dalla corte degli zar, innovando il senso della luce e la tecnica della rappresentazione in pittura. E del resto quale città meglio di Venezia, dove si fondono l'immagine e la maestosità degli edifici, può offrire straordinari scorci?
“Ah, signori miei, che città magnifica è questa Venezia! Immagina una città fatta di caso e di chiese tante quante mai ne hai ancora vedute: un'architettura incantevole, ogni cosa grandiosa e leggera, come una gondola in una forma di uccello. Case e chiese simili han potuto costruirle solo uomini forniti di un gusto artistico e musicale eccelso e dal temperamento leonino”, così si entusiasma per la città lagunare Anton P. Cechov.
Ad accompagnarci tra i capolavori dell'Ermitage sarà Irina Artemieva, grande studiosa dell'arte italiana, conservatrice della pittura veneta del Museo di San Pietroburgo e condirettrice di Ermitage Italia.
Dopo la prima seguitissima diretta in italiano del 26 marzo scorso che ha visto 11.000 persone collegate, oltre 190.000 visualizzazioni e si è classificata al sesto posto fin dall'inizio nei trend di You Tube, ecco dunque un altro momento dell'omaggio che il Museo Statale Ermitage e il suo direttore Michail Piotrovsky hanno voluto nei confronti del nostro Paese.
Un altro ponte gettato tra le nazioni, grazie alla cultura. (aise)


Newsletter
Archivi