L’OPERA "PAGLIACCI" DI LEONCAVALLO TORNA IN SCENA AD ASHGABAT GRAZIE ALL’IMPEGNO DELL’AMBASCIATA D’ITALIA

L’OPERA "PAGLIACCI" DI LEONCAVALLO TORNA IN SCENA AD ASHGABAT GRAZIE ALL’IMPEGNO DELL’AMBASCIATA D’ITALIA

ASHGABAT\ aise\ - L’Ambasciata d’Italia ad Ashgabat, con i fondi del piano straordinario di promozione della cultura italiana all’estero "Vivere all’italiana", promuove e sostiene la messa in scena domani, 19 novembre, presso il principale teatro della capitale del Turkmenistan (Makhtumghuli), della prima rappresentazione dopo oltre vent’anni di un'opera lirica italiana, "Pagliacci" di Ruggero Leoncavallo.
L’opera sarà eseguita in versione integrale con la regia di Daniele de Plano e la partecipazione del tenore Francesco Anile nel ruolo di Canio, insieme ai cantanti lirici turkmeni Bibi Amanova (Nedda), Ismail Jumaev (Tonio), Aman Amanov (Silvio), Nuri Nurev (Peppe), l’Orchestra Sinfonica Nazionale e il coro sotto la direzione di Resul Klychev.
Lo straordinario evento è organizzato in collaborazione con il Ministero della Cultura turkmeno che lo ha scelto come spettacolo di apertura della terza edizione del Festival Internazionale di teatro che si tiene ad Ashgabat dal 19 al 23 novembre 2019.
Lo spettacolo è atteso con grande interesse dal pubblico che sempre accompagna numeroso e partecipe i concerti proposti dall’Ambasciata d’Italia: nel passato più recente il recital di arie d’opera in occasione del 25° delle relazioni diplomatiche nel giugno 2017, il Rossini opera concert nel maggio 2018 per il 150° del compositore pesarese, il quartetto del crooner italiano Naim Abid nel novembre 2018 in occasione del Business Forum Italia/Turkmenistan ed il recital del pianista Roberto Prosseda per il 40° di Nino Rota nel giugno 2019.
L’ambasciatore d’Italia ad Ashgabat, Diego Ungaro, considera tale serie di eventi e in particolare l’esecuzione dell’opera "Pagliacci" di Leoncavallo ad Ashgabat, resa possibile grazie a una collaborazione intensa tra gli artisti dei due Paesi, come significativi sviluppi della crescente cooperazione culturale esistente con il Turkmenistan e del dinamismo che attraverso tali iniziative la società civile del Paese è sempre più in grado di esprimere. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi