MYANMAR: LA GRANDE MUSICA ITALIANA A YANGON

MYANMAR: LA GRANDE MUSICA ITALIANA A YANGON

YANGON\ aise\ - Un concerto dal titolo "Quando il piano incontra l'oboe" ha inaugurato, il 31 gennaio scorso, la "Stagione Culturale 2020" promossa e organizzata dall’Ambasciata d’Italia a Yangon.
L’iniziativa si inserisce nel filone di appuntamenti pensati per presentare al pubblico birmano un panorama ricco e diversificato della musica italiana.
I Maestri Alberto Firrincieli e Arnaldo de Felice (quest'ultimo anche compositore) hanno eseguito brani selezionati a partire dalla metà del XVII secolo, con Marcello e Scarlatti, passando per il XVIII secolo con Cimarosa, e l'Ottocento con Ponchielli, per arrivare ai giorni nostri con Morricone.
Un excursus molto gradito al pubblico locale, che segue le attività dell'Ambasciata e il suo impegno per allargare il panorama culturale a Yangon.
All'indomani di questo primo concerto dell'anno, entrambi i Maestri italiani hanno tenuto delle masterclass agli studenti di musica birmana, nell'ambito del programma lanciato dall’ Ambasciata "Italy for Talent in Myanmar". (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi