New York: rimossi i cavallini di Nivola/ Borgonzoni (MiC): a lavoro per riportare opere a nuova valorizzazione

ROMA\ aise\ - “Siamo al lavoro anche attraverso i sostenitori dell’opera di Nivola a New York e il nostro consolato generale per far tornare i ‘cavallini’ di Nivola al proprio posto o comunque valorizzarli in un luogo adeguato”. Così la sottosegretaria di Stato alla cultura, Lucia Borgonzoni, intervenuta oggi a commento della decisione dei proprietari del complesso residenziale Wise Tower di New York di rimuovere l'installazione 'site specific' che il maestro Costantino Nivola ha ideato e realizzato nel 1964 nel complesso residenziale nell’Upper West di Manhattan.
“Siamo rimasti fortemente colpiti dalle immagini circolate nei giorni scorsi che vedevano i cavallini trattati senza la cura che si deve alle opere di uno dei più autorevoli esponenti dell’arte contemporanea italiana”, sottolinea Borgonzoni riferendosi alle immagini dei cavallini distrutti a colpi di mazza e portati via su una ruspa.
“Attraverso la rete diplomatica e la fondazione Magazzino Italian Art - aggiunge la sottosegretaria - abbiamo contattato i responsabili di questo intervento di ristrutturazione e avviato una negoziazione per far ricollocare le opere. Per evitare il ripetersi di episodi del genere e per valorizzare ulteriormente la figura di Nivola - conclude - stiamo studiando le procedure affinché tutte la sue opere presenti a New York possano essere inserite nella lista ‘National Historic Landmarks in New York City’”.
Amareggiati i familiari di Nivola e la fondazione che porta il suo nome: "non si tratta di vandali, ma di un progetto di rinnovamento dell'area. I cavallini di Nivola, ispirati ai cavalli a dondolo dell'infanzia e alla statuaria orientale, sono stati rimossi, le gambe spezzate da colpi di mazza. Un atto di vandalismo istituzionale, inspiegabile e scellerato. La riqualificazione delle torri, attesa e benvenuta, può e deve essere realizzata nel rispetto della storia e dell'arte". (aise)