OMAGGIO A GOETHE DEL FESTIVAL DELLA POESIA EUROPEA NELLA SEDE DELLA DEUTSCH-ITALIENISCHE VEREINIGUNG

OMAGGIO A GOETHE DEL FESTIVAL DELLA POESIA EUROPEA NELLA SEDE DELLA DEUTSCH-ITALIENISCHE VEREINIGUNG

FRANCOFORTE\ aise\ - La XII edizione del Festival della Poesia Europea ha aperto come una fanfara. La serata del 16 maggio 2019 è stata introdotta da Caroline Lüderssen presidente della Deutsch-Italienische Vereinigung e dal Console Generale d’Italia a Francoforte, Maurizio Canfora, che durante tutto il suo mandato nella metropoli tedesca ha sempre patrocinato il Festival.
Molto sentito il saluto di Maria Mazza, direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Colonia che ha ricordato che esattamente dodici anni fa il Festival della Poesia Europea prendeva le mosse presso l’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo diretto da lei e sottolineato come la serata fosse incentrata sulla figura del grande poeta tedesco Goethe e sul libro “Viaggio in Italia.”
Ha catalizzato tutta l’attenzione del pubblico la relazione di Heike Spies vice direttrice del Goethe Museum di Düsseldorf, la quale ha ripercorso le tappe fondamentali della vita di Goethe sottolineando la grande influenza che l’Italia ha esercitato in alcune sue opere come “Viaggio in Italia”.
L’evento ha fornito l’occasione per celebrare questo libro particolare del poeta che è “un gioiello della letteratura” e dove tra le sue pagine c’è un susseguirsi di memorie di viaggio, di riflessioni, di descrizioni di paesaggi delle città e del patrimonio culturale italiano.
“Parigi è la mia scuola, Roma la mia università perché dopo averla visitata si è conosciuta la vita, il mondo” scrisse Goethe che era affascinato dalla capitale d’Italia. Sono la natura e l’arte i due grandi leitmotive che predominano e s’intrecciano tra le pagine di questo libro, che si colloca tra un’autobiografia, un romanzo di formazione, un saggio e un diario di viaggio.
Elegante e raffinata la sala della Deutsch-Italienische Vereinigung, dove c’era un’atmosfera suggestiva che ha impreziosito le lesung della poetessa Barbara Zeinziger e dell’attore e poeta Moreno Fabbri. Intense e vibranti le loro voci. Hanno letto alcune pagine dedicate a Napoli che incantò il poeta tanto da fargli scrivere “… e noi ci troviamo in un altro mondo …”
La direttrice del Festival, la giornalista e poeta Marcella Continanza, ha sottolineato “come la collaborazione con la Deutsch-Italienische Vereinigung sia un segno tangibile del grande interesse che Goethe riesce a suscitare”.
Un pubblico attento e partecipe ha fatto da corollario alla serata suggellando così l’ottima riuscita di questo “Omaggio a Goethe” voluto dal Festival della Poesia Europea, prezioso gioiello della cultura che ogni anno regala grandi emozioni. È stata sospesa, causa mal tempo, la passeggiata goethiana ma le letture sul tema del viaggio proseguono alla Goethe Haus e al caffè Am Dom. (valeria marzoli\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi