"BORN IN ITALY": ARTE E MODA PER LA TUTELA DELLA BIODIVERSITÀ

"BORN IN ITALY": ARTE E MODA PER LA TUTELA DELLA BIODIVERSITÀ

foto di Toni Campo

NOTO\ aise\ - "Born in Italy" è l'ultimo progetto in ordine di tempo del Parco dell'Anima recentemente inaugurato presso lo Zahircountryhouse di Noto.
Sino all'1 novembre "Born in Italy" presenta le ultime collezioni del grande couturier della storia della moda italiana Roberto Capucci, fotografate dall'obiettivo di Toni Campo (Vogue) sullo sfondo della splendida campagna mediterranea, tra antichi agrumeti, alberi di ulivo, mandorli secolari e carrubi, che rendono unica la Sicilia.
La mostra, che si sviluppa attraverso un allestimento tutto in outdoor, vuole accendere i riflettori sulla necessità di salvaguardare un tesoro ingiustamente abbandonato nel nostro Paese, quello delle antiche semenze italiane: un patrimonio che consente anche di tutelare la biodiversità vegetale e animale da una prospettiva che abbraccia a 360 gradi i concetti chiave di sviluppo sostenibile, nel segno dell’innovazione, del benessere accessibile e della salvaguardia dell’ambiente.
Proprio pochi giorni fa è stato firmato il "Leaders' Pledge for Nature", il primo documento sottoscritto da 76 Paesi - tra cui anche l’Italia - che sancisce l’impegno formale a invertire la rotta della perdita di biodiversità entro il 2030.
Su questa scia e per avvicinare anche i più giovani, attraverso il linguaggio immediato e accattivante della fotografia di moda, Alessia Montani curatrice dell'intero progetto, ha scelto un fotografo di moda, Toni Campo (Vogue) e gli abiti dell'ultima collezione di Roberto Capucci, per comunicare una nuova immagine del mondo agricolo, con un occhio non nostalgico ma fortemente innovativo. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi