Castagna di Roccamonfina IGP registrata ufficialmente: sono 319 le IG italiane del Cibo

ROMA\ aise\ - È stata registrata nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea la denominazione Castagna di Roccamonfina IGP: ne dà notizia l’Osservatorio Qualivita secondo cui, nel comparto Cibo, castagna è la numero 142 delle IGP italiane e la numero 319 nel totale delle Indicazioni Geografiche agroalimentari dell’Italia.
Con la registrazione della nuova IGP, dunque, l’Italia raggiunge quota 319 IG Cibo – di cui 173 DOP, 142 IGP e 4 STG – ai quali si aggiungono 526 prodotti vitivinicoli, per un totale di 844 denominazioni DOP IGP STG, a cui si aggiungono le 34 IG delle Bevande Spiritose e 1 Vino aromatizzato per un totale di 880 Indicazioni Geografiche.
La Castagna di Roccamonfina IGP appartiene alla Classe 1.6. Ortofrutticoli e cereali, freschi o trasformati che conta 121 denominazioni DOP IGP.
La Castagna di Roccamonfina IGP si riferisce ai frutti appartenenti alle cultivar Primitiva (o Tempestiva), Napoletana (o Riccia, o Riccia Napoletana), Mercogliana (o Marrone), Paccuta e Lucente (o Lucida).
La zona di produzione della Castagna di Roccamonfina IGP comprende i comuni di Caianello, Conca della Campania, Galluccio, Marzano Appio, Roccamonfina, Sessa Aurunca, Teano, Tora e Piccilli, appartenenti alla provincia di Caserta, nella regione Campania.
Con questa registrazione, la Campania ha in totale 60 denominazioni DOP IGP – di cui 31 del comparto Cibo e 29 del comparto Vino – a cui si aggiungono le 4 STG riconosciute in tutto il territorio nazionale e le 2 IG delle Bevande Spiritose. (aise)