LUCI D'ARTISTA: DA DOMANI A TORINO LA XXIII EDIZIONE

LUCI D

TORINO\ aise\ - Da domani al 10 gennaio 2021 torna a Torino “Luci d’Artista”, rassegna giunta alla XXIII edizione.
Progetto della Città di Torino realizzato da IREN Smart Solutions e Fondazione Teatro Regio Torino, con il sostegno di IREN SpA, Fondazione Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT, “Luci d’artista” è nato nel 1998 come esposizione di installazioni d’arte contemporanea realizzate con la luce en plein air nello spazio urbano e, dal 2018, si è arricchito di un percorso educativo-culturale che favorisce l’incontro tra il pubblico e le opere.
Ogni anno le Luci sono collocate in luoghi significativi del territorio urbano con l'obiettivo di valorizzarle e creare attesa e curiosità. La loro facile accessibilità e fruizione unita al miglioramento qualitativo che apportano al paesaggio urbano, ha reso la mostra a cielo aperto un evento culturale simbolo della città apprezzato in Italia e all'estero.
In questa edizione si potranno ammirare 26 opere (tra allestimenti temporanei e permanenti) di cui 14 nel Centro città e 12 nelle altre Circoscrizioni.
L’esposizione, oltre a proporre uno speciale percorso che permetterà al pubblico di cogliere le diverse visioni poetiche espresse dalle opere realizzate da artisti accomunati dall’attrazione per la luce, quest'anno si arricchirà di importanti novità.
Prima tra tutte la nuova collocazione temporanea di “Concerto di parole” di Mario Molinari - per la quale è stato realizzato il rifacimento di alcuni moduli - che verrà allestita in prossimità dell'Ospedale Regina Margherita (piazza Polonia, all’altezza dell’uscita del sottopasso di corso Spezia, nella Circoscrizione 8).
Al debutto anche “Illuminated Benches” di Jeppe Hein in piazza Risorgimento (Circoscrizione 4), che sarà resa permanente in via sperimentale così come “Il Regno dei fiori: nido cosmico di tutte le anime” di Nicola De Maria in piazza Carlo Emanuele II (piazza Carlina, Circoscrizione 1) il cui allestimento in questa edizione sarà arricchito dopo l’integrazione dell’illuminazione pubblica della piazza stessa; l'opera “Amare le differenze” di Michelangelo Pistoletto in piazza della Repubblica (Circoscrizione 7) è stata restaurata; mentre “My Noon” di Tobias Rehberger sarà allestita per la prima volta in Borgata Lesna (Circoscrizione 3) nel cortile dell'Istituto Comprensivo King-Mila (via Germonio 12); l’opera “Ancora una volta” di Valerio Berruti verrà installata in via Monferrato (in prossimità della Gran Madre, Circoscrizione 8) con l'obiettivo di sostenere lo sviluppo del Borgo Po contribuendo al rilancio delle attività commerciali della zona; una nuova illuminazione artistica valorizzerà il Monumento 1706 di Luigi Nervo (Circoscrizione 5).
PROGETTI EUROPEI: ‘LIGHT ART IN PUBLIC SPACES / LAIPS’
La Città di Torino attraverso l’esperienza di Luci d’Artista continua a essere membro attivo della rete L.U.C.I. (Lighting Urban Community International) di cui nel 2002 è stata socio fondatore. L’Unione Europea ha ammesso a finanziamento il progetto LAIPS – Light Art in Public Spaces, i cui partner sono la rete L.U.C.I. (capofila) e le città di Torino, Oulu (FI) e Lyon (F).
Sono dunque in via di realizzazione le attività formali e organizzative necessarie per l'avvio del progetto che mira a rafforzare le capacità delle città europee nel campo delle installazioni permanenti di arte luminosa negli spazi pubblici attraverso: lo scambio delle migliori pratiche, la promozione della cooperazione transnazionale tra le diverse realtà urbane coinvolte e l'utilizzo di strumenti digitali innovativi.
Ciò avverrà attraverso la creazione della nuova app Light & Art per smartphone. Il progetto europeo si concluderà con una conferenza finale sul tema Light & Art - in programma a Torino nel settembre 2023 – a cui parteciperanno esperti internazionali; la realizzazione di workshop e il lancio ufficiale dell'app.
Torino è anche capofila - insieme a Experientia, Espereal Technologies, SocialFare, Fondazione Torino Wireless, Engineering Ingegneria informatica, ANCI, EFUS - del Progetto Europeo ToNite.
Finanziato dal Programma Europeo Urban Innovative Actions, ToNite ha l’obiettivo di migliorare la vivibilità delle aree urbane lungo il fiume Dora nelle ore serali attraverso la riqualificazione di spazi pubblici e l'attivazione di percorsi di inclusione sociale. Alcuni degli interventi realizzati attraverso ToNite si collegheranno al progetto Luci d'Artista e al suo public program. (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli