Turismo archeologico: a Paestum il Simposio ICOMOS Italia 2021

SALERNO\ aise\ - Si terrà alle 15.30 di sabato prossimo, 27 novembre, a Paestum, in provincia di Salerno, il Simposio ICOMOS Italia 2021, nell’ambito della XXIII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico (BMTA). L’incontro sarà occasione per riflettere sui “Nuovi rischi ed opportunità per il patrimonio culturale”. I Comitati Scientifici affronteranno infatti i temi della salvaguardia del Patrimonio Culturale e approfondiranno la tematica del Turismo Culturale tramite la presentazione delle “Giornate ICOMOS”. L’evento sarà fruibile anche da remoto.
A seguito della Conferenza di presentazione dei Comitati Scientifici Nazionali ICOMOS Italia tenutasi a gennaio 2021, il Simposio sarà inoltre l'occasione per illustrare le attività svolte e quelle programmate per il 2022; i coordinatori dei Comitati presenteranno una sintesi sul tema proposto, che farà riferimento alle specifiche aree tematiche: Conoscenza, Tecnologia e Diagnostica, Materiali, Applicazioni e Categorie Regionali, Territori e Turismo Culturale, Comunicazione, Valutazione e Gestione.
In programma anche un focus sulle “Giornate ICOMOS – Territori e Turismo Culturale”, che si terranno a maggio 2022 presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, all’interno del Simposio Internazionale “New Metropolitan Perspectives”. L'evento si propone di animare un dibattito a livello nazionale su alcuni temi cruciali legati ai beni culturali, offrendo un approccio propositivo e rigoroso capace di massimizzare il contributo dei Beni Culturali al rilancio del sistema sociale ed economico del Paese, in particolare nel campo del Turismo Culturale.
“Il Patrimonio Culturale italiano costituisce un fattore unico che contraddistingue e incrementa la competitività e l’attrattività del Paese, come sottolineato dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). È in questo contesto che durante il Simposio ICOMOS Italia 2021 verranno approfondite diverse tematiche inerenti ai nuovi rischi ed opportunità per il Patrimonio Culturale, grazie alle riflessioni e alle attività condotte dai Comitati Scientifici” - ha dichiarato Maurizio Di Stefano, Presidente di ICOMOS Italia.
I lavori si concluderanno con una tavola rotonda sul tema “La conservazione del Patrimonio Culturale nel Mediterraneo, politiche e prospettive”, a cui prenderanno parte studiosi ICOMOS che approfondiranno i temi del Mediterraneo e dei Siti UNESCO. Interverranno Dana Firas (Presidente ICOMOS Giordania), Mounir Bouchenaki (Presidente Onorario BMTA), Francesco Caruso (ICOMOS Academy) e Maria Assunta Peci (Ufficio UNESCO, MiC).
Il Simposio terminerà con la cerimonia di conferimento del Premio “Paestum Mario Napoli” a ICOMOS Italia, consegnato dal Cav. Uff. Ugo Picarelli (Direttore della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico). (aise)