ANNUARIO MAECI: I DATI SU ORGANIZZAZIONE E RISORSE FINANZIARIE DELLA FARNESINA

ANNUARIO MAECI: I DATI SU ORGANIZZAZIONE E RISORSE FINANZIARIE DELLA FARNESINA

ROMA\ aise\ - È dedicato a “Organizzazione e risorse” il primo capitolo dell’Annuario statistico 2019 del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale. Pubblicato oggi, l’Annuario – giunto alla 19ª edizione – presenta in cifre l’attività del Ministero nel 2018.
Gran parte del primo capitolo è dedicata alla “organizzazione”, cioè ai dati sulla rete diplomatico – consolare all’estero e sul personale che vi lavora, sede per sede; abbastanza sintetica, ma esaustiva, la pagina dedicata alle risorse. Ne riportiamo una sintesi.
ORGANIZZAZIONE
Nel 2018 alla rete degli Uffici all’estero si aggiunge la nuova Ambasciata in Burkina Faso e l’Istituto italiano di cultura in Senegal e risulta quindi composta da 128 Ambasciate, 8 Rappresentanze Permanenti, 1 Delegazione Diplomatica speciale, 80 Uffici consolari e 84 Istituti Italiani di Cultura, per un totale di 301 sedi.
Il 21% delle Ambasciate italiane all’estero si colloca in Unione europea, il 19% in Asia e Oceania, il 18% in Africa sub-sahariana, il 16% nelle Americhe, il 14% nella regione del Mediterraneo e Medio Oriente e il 3% nei Paesi dell’Europa extra UE.
Per quanto riguarda gli Uffici consolari, 29 sedi (pari al 36% del totale) sono situate nelle Americhe, mentre sono 19 i Consolati in Unione europea, 14 in Asia e Oceania, 9 in Europa extra UE, 6 nel Mediterraneo e Medio Oriente e 3 nell’Africa sub-sahariana. Gli Istituti Italiani di Cultura sono maggiormente presenti in Unione europea (33 sedi che rappresentano il 39% del totale), quindi nelle Americhe (18), in Asia e Oceania (11), in Mediterraneo e Medio Oriente (10), in Europa extra UE (8) e in Africa sub-sahariana (4).
La consistenza del personale di ruolo nel 2018 si attesta sul valore di 3.637 (in diminuzione del 4% sull’anno precedente e del 10% nell’ultimo quinquennio), mentre il personale a contratto è composto da 2.716 unità in servizio all’estero. Sotto il profilo di genere, la percentuale femminile del personale di ruolo è stabile al 46% contro il 54% maschile.
Rispetto all’anno precedente, cresce la quota delle donne in carriera diplomatica (23%) mentre diminuisce quella delle dirigenti amministrative e dell’area della promozione culturale (34% contro il 36% del 2017). Nel 2018 nei gradi apicali della diplomazia italiana si registra la presenza di 4 Ambasciatrici, nella perdurante prevalenza della componente maschile (storicamente riconducibile alla data di ingresso nella carriera diplomatica delle donne, che hanno avuto accesso a tale concorso solo a partire dal 1967).
Negli altri gradi della carriera diplomatica sono 23 le Ministre Plenipotenziarie, 40 le Consigliere d’Ambasciata, 53 le Consigliere di Legazione e 105 le Segretarie di Legazione, per un totale di 225 donne su 996 diplomatici nel complesso.
Nella distribuzione delle risorse umane all’estero c’è la prevalenza di unità di personale in servizio nelle sedi dell’Unione europea (30%) seguita dal 21% nei Paesi delle Americhe, dal 16% in Asia e Oceania, dal 13% nei Paesi dell’Europa extra UE, dall’11% nel Mediterraneo e Medio Oriente e dall’8% in Africa sub-sahariana.
Per quanto riguarda la distribuzione per tipologia di sede, il 61% del personale in servizio all’estero al 31 dicembre 2018 lavora nelle Ambasciate e nelle Rappresentanze Permanenti, il 30% presso Uffici consolari e il 9% nell’ambito della rete degli Istituti Italiani di Cultura.
RISORSE FINANZIARIE
BILANCIO MAECI: il dato complessivo del bilancio di previsione per l’anno 2019 (2.758 milioni di euro) include il valore totale dei fondi gestiti per l’attuazione della politica estera italiana e della cooperazione internazionale.
Tale somma comprende lo stanziamento che viene trasferito all’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (AICS) e al Fondo Europeo di Sviluppo (FES), nonché le spese finalizzate al perseguimento delle priorità di politica estera (attraverso trasferimenti di natura finanziaria a favore di entità esterne al MAECI, quali ad esempio i contributi obbligatori a enti e organismi internazionali) e gli oneri di funzionamento. Tra gli stanziamenti attribuiti al bilancio MAECI per l’esercizio finanziario 2019 va considerato anche il cosiddetto “Fondo Africa” (50 milioni di euro) per iniziative di rilancio del dialogo con i Paesi africani interessati dalle rotte migratorie.
BILANCIO MAECI EFFETTIVO: per il 2019, quindi, le risorse effettive destinate al funzionamento dell’Amministrazione ammontano a 934 milioni di euro. Tale valore rappresenta la quota dello 0,11% del Bilancio dello Stato. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi