CONCLUSA LA VISITA DEL VICE MINISTRO DEL RE IN MALI: L'INCONTRO CON PRIMO MINISTRO OUANEE

CONCLUSA LA VISITA DEL VICE MINISTRO DEL RE IN MALI: L

BAMAKO\ aise\ - Si è conclusa la visita in Mali del vice ministro agli Affari Esteri Emanuela Del Re, che ha avuto un incontro con il primo ministro, Moctar Ouanee. Tra i principali temi discussi: lo sviluppo, la sicurezza e le questioni di buon governo nel Paese.
“Ho annunciato con gioia e soddisfazione al capo del Governo l'imminente apertura di un'Ambasciata italiana a Bamako. Ciò rafforzerà le relazioni e la collaborazione tra il Mali e l'Italia. I due paesi hanno già in comune una lunga storia di amicizia e di partenariato”, ha detto Del Re. “La visione illustratami dal primo ministro maliano si propone di collocare la persona, il cittadino, il benessere del popolo al centro dell'azione politica dell'esecutivo di transizione. Nel perseguimento di questa piattaforma il Mali avrà l'Italia al suo fianco”.
Incontro fruttuoso anche con Bouaré Bintou Founé Samake, ministro per la Promozione delle Donne, dei Bambini e delle Famiglie. Il vice ministro del Re ha registrato una convergenza di opinioni sulla promozione e la tutela dei diritti umani e, in particolare, sulle donne e sulle ragazze e sui gruppi più vulnerabili.
“L'Italia riconosce la promozione dei diritti delle donne come un bene fondamentale in tutti i settori e ci impegniamo a creare un ambiente favorevole alla parità di genere in ambito politico, economico, sociale, culturale e civile”, ha dichiarato Del Re. “L'Italia conferma il suo sostegno alla protezione degli strati vulnerabili in Mali in coordinamento e sinergia con i programmi condotti in altri paesi della regione e con le organizzazioni regionali, tra cui ECOWAS, la Comunità economica degli Stati dell'Africa occidentale”.
Con il ministro Founé Samake, Del Re ha partecipato all’evento di presentazione dell’iniziativa sul “Rinforzo della capacità delle istituzioni e delle comunità a reagire contro le violenze basate sul genere nei distretti di Gao, Tombouctou, Kidal, Mopti e Bamako” finanziata dalla Cooperazione italiana. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi