Il sottosegretario Di Stefano soddisfatto per la prossima riapertura del settore fieristico

ROMA\ aise\ - “Oggi possiamo dare al settore fieristico come data certa per riaprire in sicurezza il prossimo 15 giugno”. Così il sottosegretario agli Affari Esteri, Manlio Di Stefano, per il quale “questo impegno del Governo testimonia della nostra attenzione costante nei confronti del settore fieristico”.
All’internazionalizzazione del sistema fieristico è dedicato un pilastro specifico del Patto per l’Export firmato lo scorso giugno in Farnesina. Esso ha previsto sia il potenziamento delle iniziative promozionali di Agenzia ICE, sia due interventi speciali di carattere finanziario affidati a SIMEST: il primo si concretizza tramite specifiche misure di patrimonializzazione in favore di enti e organizzatori fieristici a valere sul Fondo 394/81, l’altro riguarda la possibilità di indennizzi una tantum fino a 10 milioni di euro, nel rispetto delle temporanee, maggiori flessibilità consentite da Bruxelles in materia di aiuti di Stato.
“Fin dall’inizio della crisi pandemica”, ha detto ancora Di Stefano, “abbiamo mantenuto contatti costanti con le associazioni di categoria, abbiamo voluto dedicare risorse ingenti al settore per limitare i danni dovuti alla peggiore annata per gli eventi in presenza, e abbiamo favorito il dialogo tra enti fieristici nazionali ed europei, per sviluppare sinergie e ripartire con un calendario condiviso senza sovrapposizioni”.
““Riteniamo strategico il comparto fieristico, in quanto volano dell’economia e vetrina delle nostre esportazioni, e crediamo che questa ripartenza in sicurezza”, ha concluso, “possa trainare tutti i settori che dipendono dalla visibilità fornita dalle fiere”. (aise)