Diritti umani e gestione dei conflitti: la Sant’Anna di Pisa celebra i 20 anni del Master

PISA\ aise\ - La Scuola Superiore Sant'Anna celebrerà venerdì prossimo, 10 giugno, dalle ore 9.30, i 20 anni del Master in Human Rights and Conflict Management. Il programma, inaugurato nel 2002, ha formato centinaia di professioniste e professionisti che si impegnano nel lavoro sul campo in tutto il mondo, presso le più prestigiose organizzazioni internazionali e organizzazioni non governative. Ogni anno, partecipano al Master studentesse e studenti italiani e stranieri che provengono da numerosi Paesi e che presentano diversi background culturali e accademici.
Il programma didattico, che si svolge a Pisa durante i primi sette mesi del corso, propone corsi teorici e pratici per costruire una conoscenza approfondita e aggiornata del diritto internazionale, delle teorie e tecniche della gestione dei conflitti e per sviluppare le competenze necessarie per operare in questo settore. In programma anche l’inaugurazione della mostra fotografica Lashkars, alla presenza dell’autore, il fotoreporter Massimo Berruti, dedicata alla vita di una miliziana combattente che si è opposta al regime dei talebani.
La giornata per celebrare i 20 anni, venerdì 10 giugno, si apre alle ore 9.30 nell’aula magna della Scuola Superiore Sant’Anna con i saluti istituzionali, aperti da un’introduzione di Emanuele Sommario, direttore del Master e docente di Diritto internazionale, con un breve intervento dei due direttori che hanno contribuito a fondare e far crescere il Master nei primi sedici anni, ovvero Barbara Henry e Andrea de Guttry, rispettivamente docente di Filosofia politica e docente di Diritto internazionale. Sono previste le testimonianze di alcune ex allieve e alcuni ex allievi che raccontano, in breve, qual è stata la loro esperienza lavorativa dopo il conseguimento del titolo di Master.
Alle ore 12.00 nel chiostro della Scuola Superiore Sant’Anna è prevista l’inaugurazione della mostra fotografica Lashkars, alla presenza dell’autore, il fotoreporter Massimo Berruti, che collabora con diverse testate giornalistiche (tra queste Time, The New Yorker, L’Espresso) e che ha ottenuto diversi premi e riconoscimenti internazionali per i suoi progetti. La mostra raffigura la vita di una milizia combattente che si è opposta al regime dei talebani ed è ospitata presso i locali della Scuola Superiore Sant’Anna, fino a giovedì 30 giugno.
La celebrazione del ventennale è anche l'occasione per fare il punto sulla formazione professionale nel campo dei diritti umani e della risoluzione dei conflitti. Alla tavola rotonda internazionale, dalle ore 14.30 di venerdì 10 giugno sempre nell’aula magna della Scuola Superiore Sant’Anna, coordinata dal direttore del Master Emanuele Sommario e dall’esperto di monitoraggio dei diritti umani William O’Neill, partecipano Emanuela Del Re, rappresentante speciale dell'Unione Europea per il Sahel; Michael O'Flaherty, direttore dell'Agenzia Europea per i Diritti Fondamentali; il maggiore Michela Desantis, che ha svolto il ruolo di “gender advisor” per le missioni di pace in Libano e Afghanistan; Kostantinos Moschochoritis, direttore generale di Intersos Italia. (aise)