L’Oim in Ucraina: priorità all'imperativo umanitario

GINEVRA\ aise\ - “Siamo estremamente preoccupati per l'escalation dell'azione militare in Ucraina e per il deterioramento della situazione umanitaria. Ribadiamo l'appello del Segretario Generale delle Nazioni Unite António Guterres per una cessazione immediata delle ostilità e la protezione dei civili e delle infrastrutture civili”. Così il Direttore Generale dell’OIM, Antonio Vitorino, sulla situazione in Ucraina.
“Otto anni di conflitto in Ucraina – ricorda Vitorino – hanno causato la migrazione interna di oltre 1,4 milioni di persone che ora hanno bisogno di assistenza per le loro esigenze quotidiane. Questa escalation aggraverà i bisogni umanitari e la sofferenza di milioni di famiglie. L'OIM, insieme alle Nazioni Unite e alla comunità umanitaria, è impegnata a rimanere sul posto e a fornire assistenza vitale alla popolazione dell'Ucraina ed è pronta a rispondere ai bisogni umanitari che emergeranno nel paese e nella regione, in stretto coordinamento con i governi e i partner”.
“Continueremo ad operare in modo neutrale e imparziale, - conclude – dando la priorità all'imperativo umanitario”. (aise)