Presidenza Amref: Paola Crestani succede a Mario Raffaelli

ROMA\ aise\ - Sono state nominate durante il Collegio dei Promotori del 29 aprile scorso le nuove cariche di rappresentanza di Amref Health Africa in Italia, che vedono Paola Crestani diventare la nuova Presidente dell'organizzazione, succedendo a Mario Raffaelli.
“La nomina a Presidente di Amref Italia è per me un grande onore ed una grande responsabilità, che porterò avanti, con il massimo impegno” queste le prime parole della nuova Presidente che mantiene la carica di Presidente CIAI, proprio come segno di un'alleanza forte creatasi tra le due realtà.
"Dieci anni fa avevo accettato la Presidenza di Amref perché era l’unica ONG con le radici in Africa" afferma Mario Raffaelli. "Dieci anni dopo sono ancor più convinto di quella scelta. In questi anni, infatti, Amref ha accompagnato l’evoluzione del continente africano condividendone le difficoltà ed i successi. Come vice-Chairman del Board internazionale ho vissuto lo sviluppo dell’organizzazione a livello internazionale così come la crescita di autorevolezza nel nostro Paese. Oggi lascio la Presidenza effettiva non lascio certo la famiglia di Amref che continuerò a sostenere come Presidente onorario".
Mario Raffaelli, oltre alla Presidenza Onoraria di Amref Health Africa in Italia, sarà parte del Comitato dei Garanti dell'organizzazione, insieme a Ilaria Borletti Buitoni, Valerio Caracciolo e Tommy Simmons.
"Insieme a Ilaria, Valerio e Tommy, che ringrazio per questo prezioso percorso fatto insieme, ricco di competenza e passione per l'Africa" continua Raffaelli "siamo fieri di poter ancora contribuire al bene di questa famiglia, voce dell'Africa in Italia".
“Questa nomina arriva a conclusione di un processo di aggregazione tra quattro organizzazioni (Amref, Fratelli dell’Uomo, CCM, CIAI) molto diverse tra loro”, afferma Crestani. “Il fatto che il Collegio dei Promotori di Amref abbia scelto di affidare a me, espressione di una di queste organizzazioni, questa carica, esprime chiaramente la volontà di valorizzare il contributo di ogni singola realtà.
“Mi conforta sapere di poter affrontare questo impegno affiancata dal Collegio dei Garanti, dal Vicepresidente Alberto Capponi e da tutti i membri del CDA, dal Direttore Guglielmo Micucci e da tutto lo staff”, aggiunge la neo presidente. “Da parte mia l'impegno a consolidare l'importante, complesso ed innovativo processo di aggregazione che si è appena concluso e proseguire il cammino di crescita avviato da chi mi ha preceduto con l'obiettivo di garantire il diritto alla salute a sempre più persone”.
La nuova rappresentanza di Amref Health Africa in Italia resterà in carica per tre anni e potrà essere rinnovata.
L'organizzazione negli ultimi tre anni ha vissuto importanti cambiamenti - fusioni e alleanze con altre organizzazioni - diventando oggi una realtà più presente sul territorio africano e italiano, con un numero maggiore di progetti e una maggiore solidità e autorevolezza, sinonimi - per Amref - di risposte sempre più concrete ai bisogni delle comunità africane. Risposte adeguate anche in Italia, per contribuire ad uno sviluppo di una cittadinanza globale e una corretta narrazione dell'Africa. Un'organizzazione pronta alle sfide riproposte dai nuovi scenari internazionali, ridisegnati dalla pandemia. (aise)