MIGRANTI: DI MAIO REPLICA AL COLLEGA UNGHERESE

MIGRANTI: DI MAIO REPLICA AL COLLEGA UNGHERESE

ROMA\ aise\ - “Il giudizio espresso dal governo ungherese è del tutto strumentale. L’Italia da anni vive un’emergenza causata anche e soprattutto dall’indifferenza di alcuni partner europei come l’Ungheria. È facile fare i sovranisti con le frontiere degli altri”. Così il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha replicato alle dichiarazioni rese dal collega ungherese Peter Szijjarto che, in una intervista, ha definito "deplorevole e pericolosa" la decisione del Governo italiano di far attraccare nei suoi porti le navi con i migranti a bordo.
Per Di Maio “chi non accetta le quote deve essere sanzionato duramente. L’Italia non può e non si farà più carico da sola di un problema che riguarda tutta l’UE. Nei Paesi di transito vanno istituiti degli uffici europei nei quali i migranti possano presentare richiesta di asilo in modo da poter essere poi trasferiti in Europa – e non solo in Italia – attraverso un corridoio umanitario. In questo modo – conclude il ministro – si mette fine all’inferno dei trafficanti di uomini e dei barconi e ognuno si assume le sue responsabilità”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi