GENOVA: 43 LE VITTIME

GENOVA: 43 LE VITTIME

GENOVA\ aise\ - A quasi una settimana dal crollo del ponte Morandi, il bilancio delle vittime si fa certo: 43 vite spezzate. Non c’è più nessuno sotto le macerie, dicono i soccorritori. Il corpo dell’ultimo disperso, un ragazzo di trent’anni, è stato estratto due giorni fa. Adesso è il tempo del dolore. E delle indagini.
Si sono nel frattempo svolti sabato i funerali di Stato per 19 vittime del crollo. Per contenere la folla immensa radunatasi è stato necessario il padiglione della Fiera di Genova.
A celebrare le esequie, il cardinale Bagnasco, che ha parlato del “dovere di fare giustizia”.
Tra le istituzioni presenti, Il Presidente Mattarella, che ha parlato di “tragedia inaccettabile”; il premier Giuseppe Conte, il vice premier Luigi Di Maio e il ministro dell’Interno Matteo Salvini.
In presidente della Camera, Roberto Fico, ha chiesto scusa a nome dello Stato.
Toccante il momento della lettura dei nomi delle vittime, così come il discorso tenuto dall’Imam e l’applauso verso i vigili del fuoco presenti alla cerimonia. (aise) 

Newsletter
Archivi