LA FARNESINA PER VENEZIA

LA FARNESINA PER VENEZIA

ROMA\ aise\ - La Farnesina ha deciso di sostenere le iniziative di solidarietà che saranno avviate a favore della popolazione e del patrimonio artistico e culturale della città di Venezia, aderendo alla raccolta di fondi promossa dal sindaco Luigi Brugnaro.
"Quello che succede a Venezia ci preoccupa come governo", ha spiegato il ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio, che ha annunciato la "intenzione di far attivare in ogni Ambasciata e in ogni Consolato iniziative per sostenere Venezia in tutto il mondo".
Attraverso la rete delle Ambasciate, dei Consolati e degli Istituti Italiani di Cultura, la Farnesina avvierà dunque in tutti i Paesi una campagna di solidarietà a sostegno di Venezia per sensibilizzare le comunità italiane e locali sull’emergenza che ha colpito la città lagunare e per promuovere la raccolta di fondi.
Tale azione, spiega una nota del Ministero, prenderà avvio con momenti di riflessione sugli avvenimenti degli ultimi giorni che saranno organizzati all’interno della fitta programmazione di eventi della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, la rassegna organizzata ogni anno dalla Farnesina per promuovere la cucina italiana di qualità, cogliendo l’opportunità dell’inizio della rassegna, che si apre oggi, 18 novembre, e proseguirà sino a domenica 24 in 110 Paesi.
In tali occasioni, la rete delle Ambasciate, dei Consolati e degli Istituti Italiani di Cultura nel mondo darà massima visibilità alla sottoscrizione del "Contributo emergenza acqua" promossa dal Comune di Venezia, cui è possibile contribuire mediante le seguenti coordinate bancarie:
Intestazione conto: Comune di Venezia - Emergenza acqua alta
Causale: contributo emergenza acqua
Per bonifici effettuati dall'Italia: IBAN: IT 24 T 03069 02117 100000 018767
Per bonifici effettuati dall'estero: oltre al medesimo IBAN, sarà necessario riportare il codice BIC.
IBAN: IT 24 T 03069 02117 100000 018767 - BIC: BCITITMM.

"La città, con i suoi abitanti e la collaborazione di tutte le Forze dell’ordine, della Protezione civile e dei Vigili del fuoco, si è messa subito al lavoro per sistemare, ripristinare, ricostruire e ripartire", ha dichiarato il sindaco, Luigi Brugnaro, dando l’annuncio dell’apertura del conto, "ma l’attività da fare resta ancora enorme. Se vuoi dare il tuo contributo per sostenere Venezia, i suoi residenti e la ripresa delle attività economiche e sociali, puoi farlo attraverso una donazione che sarà diretta al ripristino di quanto è stato danneggiato da questi eventi eccezionali e per far ritornare alla normalità la nostra città. Venezia è un orgoglio di tutta l’Italia, Venezia è un patrimonio di tutti, unico al mondo. Grazie al tuo aiuto Venezia tornerà a splendere".
Ricordiamo che la seconda alta marea più elevata nella storia ha procurato danni ingentissimi alla città, ai residenti e alle attività economiche. Edifici pubblici, rive e fondamenta, la Basilica di San Marco e tutto il patrimonio storico-artistico, musei, scuole, le isole, le abitazioni, i negozi e le attività artigianali sono stati devastati dall’acqua alta e dalla furia del vento.(aise)


Newsletter
Archivi