MAECI E TCI INSIEME PER LA GIORNATA DEL CONTEMPORANEO

MAECI E TCI INSIEME PER LA GIORNATA DEL CONTEMPORANEO

Ph. Giorgio Benni

ROMA\ aise\ - Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e il Touring Club Italiano collaborano in occasione della Giornata del Contemporaneo, manifestazione promossa da AMACI - Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, che da sedici anni coinvolge musei, fondazioni, istituzioni pubbliche e private, gallerie, studi e spazi d’artista per raccontare la vitalità dell’arte contemporanea nel nostro Paese.
Dal 2017 i soci volontari del Touring Club Italiano sono impegnati nell’accoglienza del pubblico della Collezione Farnesina, che apre le porte ai visitatori ogni ultimo venerdì del mese nell’ambito del progetto “Aperti per Voi”.
Da sabato 5 dicembre, in attesa di poter riprendere le visite in presenza, saranno presentate al pubblico “pillole” della Collezione, attraverso 10 brevi filmati dedicati ad altrettanti ambienti e ad una selezione di opere, con una speciale accoglienza “virtuale” dei soci volontari del TCI. Le pillole, realizzate da TCI in collaborazione con MAECI, saranno diffuse sui canali di comunicazione degli enti promotori.
La Collezione Farnesina, nata nel 1999 e ospitata presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, si compone di quasi cinquecento opere. Cresciuta molto negli anni grazie alla generosità dei prestatori, la Collezione è l’esempio di come l’arte contemporanea, con i suoi molteplici linguaggi, sia un importante strumento di diplomazia culturale.
Per il direttore generale della Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese, ambasciatore Enzo Angeloni, “l’arte contemporanea italiana è uno dei punti di forza della strategia di promozione integrata della Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese. Negli ultimi anni la rete delle rappresentanze all’estero, incluse Ambasciate, Consolati, Istituti di Cultura, è stata chiamata a promuovere iniziative sulla cultura artistica contemporanea e sul sistema produttivo dell’arte contemporanea in Italia per far conoscere il nostro Paese e raccontare l’evoluzione del gusto e della creatività italiana all’estero. “Aperti per Voi” è il risultato del fruttuoso partenariato tra il Ministero degli Affari Esteri e il Touring Club Italiano che permette di restituire ai cittadini una parte significativa del nostro patrimonio artistico”, ha ricordato Angeloni. “L’iniziativa che presentiamo”, ha aggiunto, “ci consente di aprire, anche se solo virtualmente, le porte della Farnesina e della sua collezione d’arte contemporanea in questo particolare momento di emergenza pandemica. Ancora una volta, attraverso la realizzazione delle visite virtuali, il pubblico potrà camminare nei corridoi della Farnesina e ammirare le architetture e le opere d’arte presenti”.
“L'obiettivo di questa iniziativa è mantenere vive, seppur digitalmente, l’attenzione e la cura anche verso l’arte contemporanea, promuovendole ad un pubblico il più ampio possibile, tramite la collaborazione dei soci volontari del TCI che testimoniano il loro impegno nel prendersi cura dell'Italia come bene comune”, ha affermato Franco Iseppi, presidente del Touring Club Italiano. “Lo spirito che anima l'iniziativa è lo spirito di Aperti per Voi: sensibilizzare all'esperienza di cittadinanza attiva, diffondendo la consapevolezza che il patrimonio storico e artistico del nostro Paese sia un bene comune e sia, quindi, compito di tutti prendersene cura. Il Touring ribadisce, ancora una volta, il proprio ruolo di servitore civile delle istituzioni, una vocazione che”, ha concluso, “gli appartiene fin dalla sua fondazione e che oggi, in questo momento storico così difficile e delicato, è quanto mai importante e necessaria al Paese”.
Dal 2005 il Touring Club Italiano, con l’iniziativa “Aperti per Voi”, favorisce l’apertura sistematica e continuativa di luoghi d’arte e cultura (musei, aree archeologiche, palazzi storici, chiese) solitamente chiusi al pubblico o visitabili con orari altrimenti limitati. L’obiettivo è quello di promuovere e diffondere la conoscenza dei beni culturali grazie all’accoglienza dei soci volontari del Touring che, con entusiasmo e passione, curano l’attività informativa di orientamento nei luoghi. In accordo con gli enti proprietari, il Touring Club Italiano collabora per garantire l’accesso a un ampio pubblico di visitatori, valorizzare i beni culturali e creare senso di appartenenza tra i volontari (cittadini) e il patrimonio culturale della città.
Oggi i luoghi “Aperti per Voi” in tutta Italia sono 86 in 34 città, i soci volontari sono 2.300 e i visitatori da loro accolti oltre 18,5 milioni.
Il Touring Club Italiano è un’associazione privata senza scopo di lucro che chiede ai suoi soci - destinatari e attori della missione - di essere protagonisti di un grande compito: prendersi cura dell’Italia come bene comune perché sia più conosciuta, attrattiva, competitiva e accogliente. Per questo il Touring Club Italiano contribuisce a produrre conoscenza e a tutelare e valorizzare il paesaggio, il patrimonio artistico e culturale e le eccellenze economico produttive dei territori, attraverso il volontariato diffuso e una pratica turistica del viaggio etica, responsabile e sostenibile. (aise)


Newsletter
Archivi