FATTO IL DECRETO, TROVATO L'ACCORDO

FATTO IL  DECRETO, TROVATO L

ROMA\ aise\ - Il Consiglio dei Ministri presieduto dal premier Giuseppe Conte ha varato oggi la stesura definitiva del decreto fiscale, che ora va alla firma del Capo dello Stato.
Dopo le roventi polemiche degli ultimi giorni tra M5S e Lega , sul tavolo del Presidente Mattarella arriverà un testo che , come ha tenuto a specificare lo stesso Premier Conte in conferenza stampa, non contiene “scudi fiscali” per le attività finanziarie patrimoniali detenute all’estero, tanto meno “scudi penali” derivanti da improbabili cause di impunibilità.
Il fisco, quindi, sarà amico solo dei contribuenti che hanno adempiuto all’obbligo della dichiarazione dei redditi e, pertanto, dal decreto spariscono lo scudo fiscale sul rientro di capitali esteri e l’assicurazione, per chi avesse aderito al "condono", di evitare il processo.
Su questa soluzione , individuata dal presidente del consiglio Conte, sarebbe stata ristabilita la pace tra M5S e Lega , necessaria per il proseguimento dell’alleanza di governo tra i due partiti, davanti ai quali si prospetta il non facile impegno di varare la legge di bilancio per il 2019 . (aise)

Newsletter
Archivi