ITALIANI IN CILE: È MORTO PADRE GIUSEPPE TOMMASI

ITALIANI IN CILE: È MORTO PADRE GIUSEPPE TOMMASI

ROMA\ aise\ - È morto la scorsa settimana padre Giuseppe Tommasi, missionario scalabriniano, colonna della collettività italiana in Cile. Nato a Tezze di Arzignano nel 1940, padre Tommasi aveva festeggiato l’anno scorso 50 anni di sacerdozio.
Cofondatore della Fusie – la Federazione Unitaria della Stampa Italiana all’Estero – padre Tommasi era il direttore storico del periodico “Presenza”, edito a Santiago.
“Abbiamo appreso con enorme tristezza la notizia della scomparsa di Padre Giuseppe Tommasi, insostituibile punto di riferimento per la comunità italiana. Alla sua famiglia giungano, da parte di tutto lo staff dell’Ambasciata, le espressioni di cordoglio e di vicinanza”, si legge in un messaggio dell’Ambasciata. “Certi di interpretare il sentimento della collettività, la sua scomparsa ci lascia con un grande vuoto, e ricorderemo sempre il suo impegno e della sua instancabile dedizione in favore della comunità italiana”.
Cordoglio anche dalla comunità italo-cilena del Trentino Alto Adige: “buon viaggio Padre Giuseppe, grande missionario, uomo buono e grande giornalista, direttore di “Presenza” Quindicinale della Comunità Italiana del Cile”, scrive il console onorario Aldo Albasini. “A nome di tutta la comunità italo-cilena del Trentino Alto Adige esprimiamo le nostre più sentite condoglianze”.
Cordoglio anche dalla Fusie: il presidente Giangi Cretti ha espresso, a nome di tutte le testate aderenti, “grande dolore per la scomparsa di padre Giuseppe, “anima” della comunità italiana e di “Presenza”, testata che ha guidato per anni. Con il suo lavoro, pur tra mille difficoltà, ha nobilitato il ruolo della stampa italiana all’estero. Auspichiamo che il suo impegno non vada perduto". (aise)

Newsletter
Archivi