LE CITTÀ INVISIBILI DI ANDREA PINCHI AL MACRO ASILO DI ROMA

LE CITTÀ INVISIBILI DI ANDREA PINCHI AL MACRO ASILO DI ROMA

ROMA\ aise\ - Dal 22 al 27 ottobre prossimi Andrea Pinchi parteciperà al MACRO ASILO, Atelier #2, con il progetto “Le Città Invisibili” a cura di Giuditta Elettra Lavinia Nidiaci. L’evento è inserito nella RAW - Rome Art Week 2019.
In questa speciale occasione l’artista presenta un’opera di dimensioni monumentali – 5,50 mt. – realizzata di recente e dall'emblematico titolo di “Eutropia”. Sullo stesso tema, durante la sua permanenza al Macro Asilo, Andrea Pinchi dipingerà per i visitatori dello studio temporaneo una nuova versione dell’opera.
Il progetto “Le città invisibili”, liberamente ispirato al romanzo capolavoro di Italo Calvino, è costituito da una serie di opere in acrilico su tela rappresentanti sia vedute che piante urbanistiche immaginarie, centri di urbanità desiderata con forme che richiamano singolarmente a casse di organi musicali o parti degli strumenti stessi. È il mondo in cui Pinchi è nato e cresciuto, quello dell’arte organaria della sua famiglia.
Avviato nel gennaio 2019, con la mostra “Mirycae” a cura di Roberto Gramiccia alla Biblioteca Vallicelliana di Roma, è proseguito con la personale “Pincbau” al Civico Museo L. Bailo di Treviso a cura di Gianluca Marziani dello scorso aprile.
Andrea Pinchi porta nuovamente a Roma le suggestioni del romanzo di Calvino con quella straordinaria e viva presenza di Marco Polo come voce narrante. Calvino stesso volle definire il suo romanzo “un poema d’amore alle città”. E in questo intreccio straordinario fra arte e letteratura Andrea Pinchi presenta Eutropia, un titolo al femminile, anche qui a ricordare come Calvino nel romanzo ispiratore diede alle sue città solo nomi di donne.
Lo spazio potente del MACRO accoglie il lavoro dell’artista che, a sua volta, nell'atelier a lui riservato nella settimana espositiva, accoglierà lo spettatore in un mondo ora criptato, ora rivelato. (aise) 

Newsletter
Archivi