“LOVE IS THE MESSAGE, THE MESSAGE IS DEATH”: A TORINO L’ESPOSIZIONE DI ARTHUR JAFA

“LOVE IS THE MESSAGE, THE MESSAGE IS DEATH”: A TORINO L’ESPOSIZIONE DI ARTHUR JAFA

TORINO\ aise\ - La “Fondation Prince Pierre de Monaco”, in occasione di Artissima 2019, esporrà a Palazzo Madama, a Torino, dall’1 al 13 novembre, il video “Love is the Message, the Message is Death”, di Arthur Jafa, vincitore della 47esima edizione del PIAC – Prix International d’Art Contemporain.
L’opera è un video digitale di sette minuti che mostra un montaggio di filmati storici e contemporanei, che ripercorrono la storia e l'esperienza afroamericana attraverso scene di intensa bellezza, di umorismo e di violenza, presentate a testimonianza del dolore e della sofferenza che gli afroamericani hanno dovuto subire. “Love is the Message, the Message is Death” è un viaggio attraverso 400 anni di storia, ambientata nel presente. Inizia con le riprese di un uomo qualunque, inserite all’interno di un ciclo di atroci notizie che raccontano ciò che gli esseri umani sono in grado di farsi l’un l’altro. Le immagini accelerano immediatamente: fan in un’arena di pallacanestro esultano all’unisono; giovani manifestanti in marcia con passo deciso; una clip da Dance or Go Home; un nero ucciso da un agente di polizia che gli ha sparato alle spalle; un frammento di un video diretto da Kahlil Joseph; movenze erotiche; Barack Obama che irrompe in Amazing Grace all’elogio per gli otto parrocchiani di Charleston uccisi da un suprematista bianco; film in bianco e nero d’altri tempi in cui i predicatori bianchi posano le loro mani minacciose sulla spalla di un bambino nero; un giovane ragazzo nero che salta giù dal marciapiede a cui si intervallano scene di vita privata filmate da Jafa. Nell’opera non c’è spazio per nessuna pausa narrativa e l’unica immagine ripetuta più volte è quella del sole. Un sole incandescente come metafora cosmologica sulla vita della comunità nera.
Arthur Jafa (1960), originario del Mississippi, vive e lavora a New York.
L'artista ha collaborato con importanti registi e musicisti, come Stanley Kubrick, Spike Lee, Solange Knowles e Jay-Z. Artista, regista, filmmaker e scrittore, le opere di Arthur Jafa sono state recentemente esposte presso il Museum of Modern Art, a New York, Moderna Museet, Stoccolma, 58esima Biennale di Venezia, MCA Chicago, SF MoMA, San Francisco, ICA Boston, Serpentine Gallery, Londra, Museum of Contemporary Art, MoCA, Los Angeles, Dallas Museum of Art, Hammer Museum, Los Angeles. I suoi lavori fanno parte delle collezioni del Perez Art Museum Miami, Metropolitan Museum e del Whitney Museum di New York. Ha vinto il Leone d’oro alla 58a Biennale d’arte di Venezia. È stato premiato per il suo video The White Album, che riflette sui temi razziali. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi