“MONUMENTUM. ROBERT MORRIS 2015 – 2018”: PROROGATA LA MOSTRA ALLA GALLERIA NAZIONALE DI ROMA

“MONUMENTUM. ROBERT MORRIS 2015 – 2018”: PROROGATA LA MOSTRA ALLA GALLERIA NAZIONALE DI ROMA

ROMA\ aise\ - La mostra “Monumentum. Robert Morris 2015 – 2018”, inaugurata il 14 ottobre scorso e prevista alla Galleria nazionale di Roma fino al 12 gennaio, è stata prorogata fino a domenica 1 marzo 2020.
Il notevole successo della mostra presso il pubblico non è il solo motivo per cui la Galleria Nazionale ha deciso di prorogarne l’apertura. Questo omaggio reso a un grande maestro dell’arte contemporanea è ricco di significati, a partire dalla volontà dello stesso Morris di esporre queste opere presso la Galleria Nazionale nella forma che oggi vediamo.
I gruppi scultorei appartenenti alle due serie MOLTINGSEXOSKELETONSSHROUDS, con opere realizzate in tela belga bagnata in una particolare resina e apposta su modelli per ottenerne la forma, e Boustrophedons, opere in fibra di carbonio, racchiudono l’estrema riflessione dell’artista sulla morte, consegnata a sculture dall’impatto visivo e emotivo straordinario.
Con Monumentum e queste opere mai esposte prima in Europa, la lettura del lavoro di Morris permette un aggiornamento alle ultime ricerche dell’artista, fino alle possibilità tecniche con cui ha esplorato il corpo in movimento nella scultura e il confronto personale con grandi artisti del passato, sentiti come ultimi e fondamentali riferimenti.
La mostra - – curata da Saretto Cincinelli – rappresenta dunque un’occasione unica per ammirare capolavori che contribuiscono in maniera decisiva alla comprensione dell’artista.
Il catalogo della mostra, con testi di Saretto Cincinelli, Lucia Corrain, Federico Ferrari e Pepe Karmel è in corso di pubblicazione per le edizioni di Silvana Editoriale e verrà presentato a febbraio alla Galleria Nazionale. (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli