AMARE I GENITORI ORIENTA LA NOSTRA VITA

ROMA\ nflash\ - “Anche se non tutti i genitori sono buoni e non tutte le infanzie sono serene, tutti i figli possono essere felici, perché il raggiungimento di una vita piena e felice dipende dalla giusta riconoscenza verso chi ci ha messo al mondo”. Questo il senso profondo del comandamento “Onora il padre e la madre” al centro della meditazione di Papa Francesco in udienza generale. Proseguendo il ciclo di catechesi sui comandamenti, il Papa ha spiegato che il quarto “parla dell’onore dovuto ai genitori. Che cos’è questo “onore”? Il termine ebraico indica la gloria, il valore, alla lettera il “peso”, la consistenza di una realtà. Non è questione di forme esteriori ma di verità. Onorare Dio, nelle Scritture, vuol dire riconoscere la sua realtà, fare i conti con la sua presenza; ciò si esprime anche con i riti, ma implica soprattutto il dare a Dio il giusto posto nella esistenza. Onorare il padre e la madre vuol dire dunque riconoscere la loro importanza anche con atti concreti, che esprimono dedizione, affetto e cura. Ma non si tratta solo di questo”. (nflash)

Newsletter
Archivi