BREXIT/ UNGARO (IV): LONDRA CHIUDE AI LAVORATORI STRANIERI? ANDREMO ALTROVE A CERCARE OPPORTUNITÀ, LORO NON RISOLVERANNO I LORO PROBLEMI

ROMA\ nflash\ - “Come se il problema del Regno Unito fosse l'assenza di posti di lavoro o la necessità di avere l'accento cockney quando si spilla la birra. Stupiscono le dichiarazioni del Premier Johnson sulla prospettata “linea dura”- all'australiana - della Gran Bretagna verso chi desidera immigrare in quel paese”. Così Massimo Ungaro, deputato di Italia Viva eletto nella Circoscrizione Estero-Europa, commenta la posizione del Governo britannico sul nuovo accesso a punti per il visto di lavoro in Regno Unito. (nflash)

Newsletter
Archivi