CASO KUCIAK/ EUROPARLAMENTO: SERVE CERTEZZA DELLA CREDIBILITÀ DELLE ISTITUZIONI SLOVACCHE

BRATISLAVA\ nflash\ - “Una delegazione del Parlamento europeo composta da cinque eurodeputati era in Slovacchia lunedì e martedì per seguire gli sviluppi dell’assassinio del giornalista investigativo Jan Kuciak, trovato ammazzato nella sua casa a fine febbraio con la fidanzata Martina, con cui si doveva sposare nella tarda primavera. I rappresentanti europei hanno detto di volersi accertare che le istituzioni in Slovacchia siano degne di fiducia. Così si è espressa la liberale olandese Sophia in ‘t Veld, che guidava il quintetto, dopo aver incontrato il presidente slovacco Andrej Kiska. Questa è la seconda visita di europarlamentari in Slovacchia sull’onda dell’omicidio che ha sconvolto la Slovacchia, e che ha portato a un rimpasto di governo quando enormi proteste di piazza hanno provocato le dimissioni del ministro degli Interni e poi del primo ministro Robert Fico, entrambi del partito socialdemocratico Smer-SD”. È quanto si legge su “Buongiorno Slovacchia”, quotidiano online diretto a Bratislava da Pier Luigi Solieri. (nflash)

Newsletter
Archivi