FONDAMENTA 1 WORK IN PROGRESS/ “UNA CITTÀ CANCELLA, L’ALTRA SCRIVE”: L'OPERA DI LIA CECCHIN DONATA ALLA CITTÀ DI GENOVA

GENOVA\ nflash\ - Sarà collocata permanentemente nel parco del Museo di Villa Croce a Genova e visibile direttamente dalla strada l’opera pubblica “Una città cancella, l’altra scrive” di Lia Cecchin (Feltre, Belluno, 1987. Vive a Torino), vincitrice del progetto Fondamenta 1 a cura di Luca Cerizza. A donarla alla città, con una cerimonia in programma giovedì 24 settembre, l’Associazione AMIXI per l’Arte Contemporanea di Villa Croce a Genova, alla presenza delle Istituzioni e del Sindaco. Il progetto di arte pubblica Fondamenta 1 ha visto l’intervento dell’Associazione AMIXI per l’Arte Contemporanea nel finanziamento per la rivalorizzazione di un importante reperto della memoria industriale del capoluogo ligure: la storica insegna ANSALDO, disegnata dallo Studio Sottsass negli anni ’80 nell’ambito di una ridefinizione dell’immagine dell’azienda e ormai indissolubilmente parte del paesaggio della città.(nflash) 

Newsletter
Archivi