FRANCESCO: RICORDARE È ESPRESSIONE DI UMANITÀ

ROMA\ nflash\ - “Oggi, anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz, si celebra la Giornata della memoria. Commemoriamo le vittime della Shoah e tutte le persone perseguitate e deportate dal regime nazista. Ricordare è espressione di umanità”. Così Papa Francesco che, a margine dell’udienza generale, ha voluto ribadire che “ricordare è segno di civiltà”. “Ricordare – ha aggiunto – è condizione per un futuro migliore di pace e di fraternità. Ricordare anche è stare attenti perché queste cose possono succedere un’altra volta, incominciando da proposte ideologiche che vogliono salvare un popolo e finiscono per distruggere un popolo e l’umanità. State attenti a come è incominciata questa strada di morte, di sterminio, di brutalità”, il monito del Pontefice che ha dedicato la sua meditazione alla preghiera con le Sacre Scritture. (nflash)

Newsletter
Archivi