GIORNATA DELLA MEMORIA/ CONTE: NON BASTA RICORDARE, OCCORRE ANCHE CAPIRE

ROMA\ nflash\ - “Il 27 gennaio, Giorno della Memoria, viene celebrata la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz, paradigma di tutti i campi di sterminio della Germania e dell’Europa dell’Est, costruito da uomini comuni, “normali”, per distruggere definitivamente il popolo ebraico, per cancellare ogni traccia della sua presenza nel mondo. Oggi, più che mai, è importante ricordare la profonda ferita inferta alla comunità ebraica in quella tragica pagina della nostra storia e i pericoli che si nascondono dietro al fenomeno del razzismo e dell’antisemitismo che prolifera nella cultura del complottismo, cultura che riemerge con forza nei periodi di crisi”. Così il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in occasione della Giornata della memoria.  “Per impedire che una tragedia come quella dell'Olocausto si ripeta, non basta ricordare: occorre anche capire”, scrive il premier dimissionario. “Un modo importante per farlo è quello di prestare attenzione alla viva voce dei testimoni e di chi è stato coinvolto negli avvenimenti”. (nflash)

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi