"IL VIOLINO NERO": IL DUO RIMONDA-CANZIANI IN CONCERTO ALL’IIC DI AMBURGO

AMBURGO\ nflash\ - Domani sera, giovedì 12 dicembre, alle ore 19, l’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo ospiterà i musicisti Guido Rimonda e Cristina Canziani per una serata interamente dedicata a violino e pianoforte. In particolare, il violino che Guido Rimonda suonerà, uno Stradivari del 1721, ha un fascino del tutto speciale: si tratta, infatti, del cosiddetto "violino nero", strumento leggendario risalente al XVIII secolo. La leggenda narra che il proprietario, il virtuoso di violino e compositore Jean-Marie Leclair, ucciso nel 1764 con una pugnalata alla schiena, prima di morire, afferrò con forza il suo violino, uno Stradivari del 1721: lo strumento rimase stretto nelle sue mani sino al ritrovamento del suo corpo, due mesi dopo la morte. Indelebili, restarono così due macchie nere. Segni tutt’ora visibili: nessun tentativo di restauro è mai riuscito a cancellarle. Da qui la denominazione di "violon noir" per uno strumento che è ancora avvolto dal mistero. Ad Amburgo Guido Rimonda presenterà un’occasione ed opportunità unica per ascoltare la voce di un violino leggendario, dal suono pastoso e dolcissimo. Accompagnato al pianoforte da Cristina Canziani, eseguirà brani di Christoph Willibald Gluck, Giuseppe Tartini, Maurice Ravel, Niccolò Paganini, John Williams, Henry Wieniawski e Niccolò Paganini (1782-1840). L’evento è organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo in collaborazione con il Comitato Nazionale Italiano Musica – CIDIM. (nflash) 

Newsletter
Archivi